Colomba Il gigante romano

Piccione romano
piccione romana, di cui parleremo oggi, è la più antica razza di piccioni nel mondo, che è stato originariamente utilizzato come un uccello carne nelle città italiane. Nell’articolo considereremo più in dettaglio che tipo di uccello è, le sue principali caratteristiche e caratteristiche.

Storia dell’occorrenza

Il piccione romano, che per dimensioni e peso impressionanti era chiamato gigante romano, apparve sul territorio dell’Italia moderna per circa 2 mila anni prima della nostra era. Non è noto esattamente in quali condizioni è stato selezionato e quali razze sono state utilizzate per questo.

Lo sai? I piccioni possono avere un bel piumaggio multicolore, ad esempio, un piccione fruttifero è caratterizzato da piumaggio con sfumature rosse, verdi e gialle.

I predecessori dei giganti romani erano le razze di uccelli cartaginesi, che erano nani e sottospecie spagnole. Creare nuove razze di abitanti locali provocò un’enorme richiesta di carne di piccione: quelli che tenevano allevamenti di piccioni avevano sempre un reddito costantemente alto.
colomba
Nel corso del tempo, i piccioni romani cominciarono a crescere nell’antica Grecia, Egitto e Roma come piatto preferito della gente del posto era carne di piccione, che si mangia proprio così, e preparato da esso piatti insoliti. Ci sono molti antichi manoscritti che descrivono le fattorie di quei tempi che si specializzano nell’allevamento di questi uccelli.

Leggi le peculiarità dell’allevamento di razze di piccioni e dei migliori rappresentanti della direzione della carne dei piccioni.

Il gigante romano è stato a lungo un eccellente materiale tribale e fu usato per creare nuove razze. Nonostante il fatto che questa razza è stata presa nella Roma antica, un enorme lavoro di selezione con i giganti romani effettuata in Francia, dove è stata istituita la razza e l’inglese Pouter piccione vecchio tedesco.

Descrizione e caratteristiche distintive

Come qualsiasi altra razza, i giganti romani hanno alcune caratteristiche di aspetto fisico, fisico e altre caratteristiche distintive che saranno discusse di seguito.
Razza gigante romana

Aspetto e fisico

I rappresentanti della razza gigante romana sono caratterizzati da:

  • un grande tronco oblungo;
  • testa leggermente arrotondata con una parte frontale alta;
  • grande becco potente di forma curva, colore grigio chiaro;
  • cera a forma di cuore, divisa a metà;
  • occhi perlati;
  • palpebre finemente acerbe;
  • un collo piccolo e potente con una piega cervicale evidente;
  • leggermente convessa, ampia parte toracica;
  • grandi ali;
  • penne densi e densi di colore blu-cenere, rossastro, grigio-marrone, bianco;
  • coda lunga e larga;
  • zampe corte.
Scopri quanti piccioni vivono a casa e come distinguere un piccione da una colomba.

caratteristiche

Il gigante romano ha le seguenti caratteristiche:

  1. Il peso dei giovani individui all’età di 6 mesi. è di 600 g – nei maschi e 500 g – nelle femmine.
  2. Il peso degli adulti è di 1400 g – nei maschi e 1200 g – nelle femmine.
  3. La lunghezza del corpo degli adulti raggiunge i 55 cm.
  4. L’apertura alare degli adulti è di 100 cm.

Colomba del gigante romano

Altre caratteristiche

Questa razza appartiene al non attivo, perché è stato creato per mangiare e ha dovuto spostarsi un po ‘per costruire meglio la massa. I piccioni non sono soggetti a infezioni da comuni colombi, quindi vengono spesso scelti per la manutenzione a scopi decorativi. La natura dell’uccello si distingue per la sua fiducia e cordialità per l’uomo.

Importante! La razza considerata non è assolutamente codarda e ammette a se stessa altri animali e persino predatori che spesso diventano la ragione della forte riduzione della quantità di teste. Pertanto, a casa manutenzione, fare attenzione che il predatore non riesce a entrare nella voliera con gli uccelli.

Tra di loro, i piccioni hanno spesso conflitti, che spesso finiscono in scontri. Per evitarli, gli uccelli sono tenuti in ampi recinti, dove ognuno dovrebbe avere abbastanza spazio e fornire il numero necessario di alimentatori. Si consiglia di posizionare le voliere a bassa quota, in quanto vi sono stati casi in cui gli uccelli da ingrasso sono caduti e sono stati gravemente feriti.

A causa del fatto che l’uccello è inattivo, ha una bassa fertilità. Questo indicatore è anche influenzato da una natura eccessivamente aggressiva: le donne non siedono le uova, dimenticandosi spesso di loro nel processo di chiarificazione delle relazioni con i loro vicini. In un anno, una femmina può portare da 6 a 12 pulcini.
Maschi del gigante gigante romano
Il gigante romano, a causa del suo stile di vita a bassa attività, è incline all’obesità e ogni secondo uccello adulto soffre di questa malattia. I piccioni sono abituati a mangiare molto e in abbondanza, quindi sono inclini a un rapido aumento di peso. Dato questo fatto, quando si tengono gli uccelli a casa, è necessario selezionare attentamente la dieta e monitorare la quantità di cibo offerto.

È utile sapere quali malattie dei piccioni sono altrettanto pericolose per una persona.

Così, il gigante piccione romana, nonostante l’antichità della roccia, non cessa di essere popolare e ora continua ad essere utilizzato anche per la decorazione di contenuti, così come una buona selezione di materiale per la creazione di nuove specie.