Come affrontare l’oidio sulla mela

Oidio
Con l’avvento di miceli, provocando lo sviluppo di oidio, alberi diventano deboli, fogliame sciolto e dell’ovaio, diminuendo i loro rendimenti, e nei casi più gravi anche le varietà resistenti tanto vengono uccisi da svernamento. Esaminiamo la minaccia imminente che comporta oidio, i primi segni di un melo, e vi diciamo come fare con esso.

Cosa è pericoloso e da dove viene?

L’oidio nel giardino è provocato dai funghi di Erysiphales, che sono botanici sono tra i più pericolosi per la vegetazione. Il loro micelio parassitario si attacca direttamente alla parte nutrice della pianta e si sviluppa fino a che si seccano insieme al cosiddetto donatore.

Oidio

Cioè, vivi, di regola, 1 anno e svanisci con una foglia senza vita caduta o un ramo rattrappito. Succede che i patogeni della malattia, essendo sul tronco di un melo sotto la corteccia, siano perfettamente in inverno e continuino a uccidere lentamente l’albero. Con l’aiuto di funghi conidi si diffonde liberamente a nuove piante, colpendo l’intero giardino. Il periodo di incubazione della manifestazione della malattia dura fondamentalmente fino a 2 settimane.

Importante! Proteggi il tuo meleto dal flagello di muffa può piantando principalmente varietà di resistenza della malattia: “Parma oro inverno”, “Reinette”, “Borovinka”, “Sarah sinaptica” e altri.

Dove ci sono funghi patogeni, è difficile persino rispondere agli specialisti. Secondo loro, l’emergere di una disputa avviene attraverso fattori che sfuggono al controllo di una persona. La gente lo ha notato nel calore, gli alberi diventano più vulnerabili alle malattie. Anche il suo sviluppo promuove l’alta umidità, irrigazione non corretta e quantità eccessive di azoto nel terreno.

Lo sai? L’oidio è molto comune in Asia centrale, Azerbaigian, Bielorussia, in parte Russia, Kazakistan, Lettonia, Armenia, Transcaucasia, Moldavia, Ucraina, Georgia e paesi baltici. Qui, le piante sono colpite dal fungo sfortunato del 90 percento.

Segni di sconfitta

Molti sanno come si presenta la muffa. Può apparire già a metà primavera sui reni, foglie, frutti, corteccia del tronco e rami. Mi sembra che esista micelio fungino rivestimento a luce bianca. Molti giardinieri principianti non danno particolare attenzione a questo segno, scambiandolo per la polvere.

Nel corso del tempo, l’ombra biancastra verrà sostituita dal giallo sporco, quindi grigio. Su di esso ci sarà un’ovvia macchia nera. Nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia, la placca viene facilmente rimossa al primo contatto con l’area interessata dell’albero. In futuro, il micelio si indurisce e si aggrappa permanentemente all’organo vegetale, mangiando a sue spese.

Lo sviluppo attivo dei funghi ammuffiti influenzerà la vegetazione dell’albero. Aree infette significativamente in ritardo nella crescita, le foglie perdono vitalità, iniziano a girare e gradualmente svaniscono, la parte superiore dei germogli interessati appassirà, l’ovaia si addormenta prematuramente.
Insieme ai reni, i funghi vengono risvegliati nei casi in cui il micelio si è svernato sulla pianta.

oidio colpisce molte specie di piante. La maggior parte suscettibili di attaccarla: cetrioli, rose, uva spina, lamponi, piselli, fragole, ribes, viola, orchidee, viole, gorteniziya.

Misure di controllo

Molti giardinieri, vedendo i primi sintomi della malattia nel giardino, sono perplessi dalla domanda: come sbarazzarsi di oidio. E le misure di lotta devono essere prese, prima degli eventi. Dopo tutto, prevenire un problema è molto più facile e meno costoso che eliminarlo.

Oidio

Metodi preventivi e agrotecnici

Ai fini della prevenzione, i giardinieri esperti raccomandano per la stagione primaverile produrre una triplice spolverata corone e tronchi di meli con un liquido di Bordeaux o fungicidi. Anche efficace è la spolverata di zolfo colloidale, la soluzione di lavoro viene preparata in un rapporto di 80 g di sostanza in un secchio d’acqua.

È consigliabile iniziare il primo trattamento al momento della dissoluzione delle foglie e il successivo trattamento ogni 14 giorni.
Sono indispensabili solo misure di disinfezione nel confronto con miceli fungini. Nel giardino, è necessario pulire regolarmente le foglie secche, per pulire gli alberi dai rami vecchi e malati. Le parti interessate dei meli non dovrebbero mai essere lasciate a terra nei corridoi. Devono essere bruciati.

Il terreno nei cerchi del tronco è desiderabile nel tempo e moderatamente idratare, allentare ed erba dalle erbacce Dopo tutte le procedure è importante coprire il terreno, ritirandosi dai tronchi di 5-7 centimetri. Altrimenti, la decomposizione del pacciame, vi è il rischio di infezione di alberi con agenti patogeni e funghi.

Importante! Nei meli, che ricevono concime fosforoso nel tempo, la resistenza all’oidio è molto più alta. E in sostanze azotate sovralimentate di alberi, il rischio di infezione aumenta.

Spruzzatura preventiva di meli in primavera

Spruzzo con fungicidi

Tra i tanti preparati biologici e chimici da muffa fungicida più popolari sono: “Speed”, “Topaz”, “Hom”, “Impact”, “Topsin”, “Flint Star”. soluzioni di lavoro devono essere preparate osservando chiaramente raccomandazioni del produttore. ogni alimentato il farmaco può essere applicato non più di 3 volte.

Preparativi “Skor”, “Topaz” e “Hom” aiuteranno anche a proteggere il tuo melo da una malattia così comune come una crosta.

Ciò significa che se dopo una spruzzatura di tre volte il problema non è scomparso, i trattamenti successivi devono essere eseguiti con altri mezzi.
Cospargere gli alberi con fungicidi preferibilmente in condizioni di tempo tranquillo e asciutto al mattino o alla sera.

Prima dell’uso, leggere attentamente le istruzioni per l’uso, leggere i dosaggi, le precauzioni e prestare attenzione ai tempi dell’effetto protettivo. Questo momento è di particolare importanza durante il periodo della raccolta.

Gli agrofarmaci notano l’efficacia dinamica dei fungicidi, poiché hanno un effetto curativo e preventivo. Alcuni farmaci sono caratterizzati dalla loro capacità di rinnovare le fibre danneggiate.

Lo sai? I giardini di mele sono piantati circa 5 milioni di ettari di superficie terrestre. Cioè, si scopre che ogni secondo albero da frutto albero di mele

Rimedi popolari

I giardinieri, che hanno paura degli effetti tossici delle sostanze chimiche, hanno nel loro arsenale una selezione di rimedi popolari per l’oidio. Il più comune è la soluzione di sodio-sapone. Per cucinarlo sono necessari 25 g di polvere di soda, 5 g di sapone liquido e 5 l di acqua calda. Tutti gli ingredienti sono miscelati e quando il liquido risultante si raffredda, nebulizza l’albero e macina nel cerchio vicino alla canna.

Per evitare un buon raccolto di mele, non solo le malattie, ma anche i parassiti possono interferire: la festuca di mele, gli afidi, il mosche bianche, la cheratina muscolare, le formiche.

Un altro modo è di trattare le piante con una soluzione di acqua e siero in un rapporto di 10: 1. Con la struttura, le aree colpite sono abbondantemente disinfettate – il film formato sulla superficie di foglie e germogli bloccherà l’ossigeno al micelio.

Popolare tra molti residenti estivi è un decotto di equiseto di campo di erbe fresche, diluito in acqua (100 g / 1 l). Puoi anche provare a collegare 5 g di solfato di rame, 50 g di sapone liquido e 5 l di acqua. In alternativa, sono adatti 2 cucchiai di polvere di senape sciolta in un secchio.

Importante! L’irrigazione dei meli dovrebbe avvenire solo dopo aver atteso l’asciugatura della palla superiore e non riempire i pozzetti.

Esistono molte ricette nazionali diverse. Il loro compito principale è quello di creare muffa di oidio o condizioni sfavorevoli. Pertanto, improvvisare in sicurezza, proteggendo il giardino da parassiti nocivi. E non dimenticare le regole dell’agrotecnologia dei meli.