Come prendersi cura delle rose in primavera dopo l’inverno


La rigogliosa fioritura di cottage e giardini estivi in ​​primavera è il risultato non solo della lunga selezione di nuove varietà di piante, ma anche del lavoro di un vero giardiniere. Solo loro sanno quanto valga la pena di decorare la trama con un capriccioso rappresentante del genere dogrose – una rosa. Questo articolo contiene suggerimenti efficaci per la cura delle rose nel paese.

Quando mettersi al riparo

Di solito l’apertura dei cespugli viene effettuata con il primo calore primaverile persistente, ma a seconda del tempo e della regione, i tempi di divulgazione variano. La condizione principale è un terreno piuttosto caldo. Per prima cosa è necessario fare una divulgazione parziale, lasciando le rose per un paio di giorni per la messa in onda.

Se hai usato un riparo di materiale denso, ad esempio i teloni, allora tira con l’apertura no: smorzare i cespugli è molto più pericoloso del congelamento. Dopo aver rimosso la copertura, i germogli devono essere ombreggiati.

Importante! Per evitare ustioni su fughe dai germogli, mettiti al riparo quando c’è tempo nuvoloso.

Ispezione e potatura dei cespugli

Dopo lo svernamento, i germogli sani dovrebbero rimanere verdi, ma i principali pericoli, come la muffa, le rotture brina – longitudinali della corteccia e le ustioni infettive si nascondono alla base del cespuglio.

In primavera, le rose possono avere molti rami congelati, malati e spezzati, mentre i getti congelati devono essere tagliati fino a quando il centro del gambo è bianco e le foglie ammuffite sono completamente rimosse.

Sarete interessati a conoscere tali rappresentanti di rose come “Sin Thomas”, “Blue Parfume”, rose olandesi, Pink Intuition, Falstaff, bush roses, Floribunda, Double Delight, rose che coprono il terreno, rose canadesi.

I segni di muffa grigia sui germogli sono i seguenti:

  • La sezione superiore delle riprese diventa rapidamente marrone;
  • la fuga è coperta da un soffice micelio grigio;
  • il gambo è brunastro;
  • compaiono tiri grigi negli scatti.


Dopo l’eliminazione di tali rami infetti, la macchia dovrebbe essere cosparsa di cenere.

Importante! Non correre via i germogli, coperti con un rivestimento bianco alla base del cespuglio. Questo spruzzo – muffa “neve”, che scompare al sole nelle prime due settimane dopo la rimozione del rifugio.

Ulteriore circoncisione è la formazione della corona della boscaglia. Per fare questo, devi selezionare un paio di rami più sani e tagliarli con un potatore in diagonale al primo rene forte.

Taglia il ramo è mezzo centimetro sopra il rene già sviluppato, che cresce nel lato esterno del cespuglio, e non quello interno.

Il prodotto del taglio sopra può portare alla morte del legno. Devi anche tagliare tutti i germogli che crescono all’interno del cespuglio. Cerca di formare la corona in modo che il centro del cespuglio rimanga vuoto.

Giarrettiera di rose

Le specie Klumbovye, prima di ripararsi per l’inverno, di solito si piegano, quindi dopo l’apertura e il raddrizzamento dei rami in primavera, il cespuglio può sembrare unilaterale.

Questo può essere corretto con l’aiuto di supporti. È necessario colpire il bordo piegato del cespuglio con forcelle e puntellare con barre di legno o legarlo con il cavo da giardino al supporto installato.

Le rose scrofolose dovrebbero essere legate ai supporti in estate, formando la forma desiderata del cespuglio. Come supporto per una rosa rampicante, puoi usare reti tese, archi, pilastri e strutture coniche.

irrigazione

In primavera le rose richiedono un’annaffiatura rara, ma abbondante. Poiché l’aria non è ancora estremamente secca e il terreno non è surriscaldato, frequenti annaffiature possono provocare malattie fungine della boscaglia.

Come per tutte le piante, l’irrigazione è migliore la sera, quando non c’è luce solare diretta.

Lo sai? La rosa più piccola al mondo – una rosa della varietà “C”, allevata dal botanico indiano Sudhir Hetavat – ha una gemma di 5 mm e nella forma espansa raggiunge un diametro di 1 cm.

Partecipa all’annaffiatura mentre il terreno si asciuga. In un’area particolarmente arida si consiglia di installare un sistema di irrigazione con spruzzatori.

Concimazione aggiuntiva

Nella primavera di una rosa, così come altre piante sul tuo sito, è necessario nutrirsi. Dopo il primo inverno dopo la semina, la boscaglia viene nutrita abbastanza con fertilizzanti organici – verbasco e escrementi di uccelli.

Impara come coltivare una rosa da un bouquet, come conservare le rose in un vaso per lungo tempo, come piantare le rose da una scatola, come affrontare i parassiti delle rose.

In questo caso, la supplementazione deve essere fatta insieme con l’irrigazione o dopo di essa, in modo da non bruciare la radice giovane. I fertilizzanti minerali in questo caso sovraccaricheranno la pianta.

Ulteriori fertilizzanti sono inoltre accompagnati da una medicazione superiore minerale, che dovrebbe includere potassio, magnesio, azoto, ferro e fosforo. Tali fertilizzanti sono prodotti sia in forma liquida che in forma granulare.

Applicare fertilizzante due volte all’anno:

  1. In primavera dopo la potatura;
  2. In estate dopo la prima fioritura.

Sovraccaricare la pianta con fertilizzanti è molto peggio che non darle affatto. I fertilizzanti frequenti sono importanti quando il terreno non è adatto per adattarsi ad una particolare specie o se si decide di trapiantare la boscaglia.

Lo sai? Per ottenere 1 chilogrammo di olio di rosa, hai bisogno di 3 tonnellate di petali di rose rosse o 5 tonnellate di bianco.

pacciamatura

Dopo l’alimentazione primaverile, pacciamatura.

Questo evento aiuta il corretto sviluppo della pianta: mantiene il livello necessario di umidità, previene l’erosione delle radici e il lavaggio dei fertilizzanti, riduce la quantità di erbe infestanti, mantiene il terreno sciolto e mantiene il regime di temperatura durante tutto l’anno.

Puoi triturare indipendentemente dalla stagione e dalla fase di crescita del cespuglio, ma l’opzione migliore, come la fecondazione, sarà due volte l’anno – in primavera e in tarda estate.

Come pacciamatura, puoi utilizzare sia materiali organici (corteccia, segatura, fieno) che inorganici (ghiaia, ciottoli).

La pacciamatura è semplice:

  1. Liberare la porzione di radice delle erbacce;
  2. Un piccolo strato di pacciame copre il terreno alla base del cespuglio, mentre non copre i rami stessi;
  3. Se è un pacciame organico, aspetta che lo strato marcisca e mescoli delicatamente con il terreno;
  4. Aggiungi un nuovo strato di pacciamatura.

Pacciamatura, che è adatta per qualsiasi tipo di pianta e rose, tra cui – verbasco o escrementi di pollo. In questo caso, il processo di pacciamatura è anche un fertilizzante.

Importante! In un periodo particolarmente caldo è opportuno pacciamare con grosse pietre: a loro piace che qualsiasi altro materiale sia in grado di trattenere l’umidità.

Trattamento preventivo

Prendersi cura delle rose è una questione di importanza per tutto l’anno: concimare un cespuglio in estate non è meno importante di piantare una pianta in autunno dal gelo, i rami di potatura dopo l’inverno o la manipolazione da malattie e parassiti in primavera.

Immediatamente dopo l’apertura e la potatura in primavera, le rose vengono prevenute da peronospora, ruggine, afidi e acari di ragno.

Per lavare il congelamento da possibili infezioni e funghi, preparare una soluzione nella proporzione di 100 g di solfato di rame con una concentrazione del 3% per secchio di acqua calda e spruzzare la macchia e la parte radice del terreno.

Lo sai? La rosa rossa è l’emblema della squadra nazionale di rugby inglese.

Per prevenire un’ulteriore diffusione dell’infezione delle rose, devono anche essere spruzzati con una soluzione di sapone e una soluzione a base di peperoncino piccante.

Sì, il processo di coltivazione delle rose è laborioso e lungo, ma che tipo di affetto porta boccioli teneri e un aroma quasi impercettibile.

Un vero giardiniere non rimpiangerà mai il tempo e gli sforzi spesi a guardare il suo risultato. Cosa vuoi dopo aver letto l’articolo!