Come preparare le peonie per l’inverno


Anche perenni senza pretese con l’inizio del freddo richiedono cure speciali.

Molti non si preoccupano di tali opere, lasciando tutto al caso.

Ma i giardinieri esperti sanno come preparare le peonie per l’inverno e condividono volentieri le loro conoscenze con tutti gli altri.

Cessazione dell’annaffiatura e della medicazione superiore

Dopo il periodo di fioritura, la pianta non ha bisogno di umidità nello stesso volume della vegetazione attiva.

La norma estiva di irrigazione per i pioni è di 10-25 litri di acqua sotto la macchia con un intervallo di una settimana. Dall’inizio dell’autunno, non c’è bisogno di tali quantità di liquido e l’umidificazione viene gradualmente ridotta.

Sarete interessati a vedere l’elenco delle varietà popolari di peonie simili ad alberi.

È graduale: un rifiuto istantaneo dall’annaffiatura è persino difficile per gli adulti, per non parlare dei giovani. Ricorda che è necessario prendersi cura delle peonie dopo la fioritura, che in futuro si dilettano con boccioli luminosi e non per “chiudere rapidamente la stagione”.

È possibile applicare questo schema di irrigazione: 25 litri, una settimana o due è già 15-20, e così fino alla completa cessazione.

Importante! Per ottenere il numero massimo di gemme fiorite, dalle peonie erbose, le infiorescenze sbiadite vengono immediatamente rimosse. Se vuoi ottenere fiori grandi, lascia solo l’infiorescenza superiore.

Settembre e l’inizio di ottobre sono il momento ideale per vestirsi in modo eccellente.

Le peonie sono molto sensibili a tale ricarica, e nel bel mezzo dell’autunno è meglio rafforzarle. Il fatto è che nelle prime settimane autunnali, quando la fioritura è terminata, le radici continuano a crescere in profondità e l’introduzione di una nuova porzione di nutrienti sarà molto gradita.

Per questo vengono utilizzate soluzioni di fosfato di potassio. Per 15 grammi di fosforo e potassio sarà sufficiente per 10 litri di acqua. La miscela risultante viene versata in modo che non cada sul collo della pianta. Questi stessi elementi possono anche essere portati in forma secca (sono venduti sotto forma di compresse). Prima di tale applicazione, il cespuglio viene annaffiato abbondantemente e cospargere uniformemente le tavolette di terra nel buco.

Lo sai? In Cina, ha sviluppato un atteggiamento speciale per il pione, lì è ancora considerato una pianta reale. Era dal Medio Regno che arrivò in Europa. La peonia è uno dei principali simboli della cultura cinese. La combinazione di un tale fiore e una farfalla è diventata a lungo un’immagine classica nella letteratura e nella pittura cinese.

I principianti dei fioristi hanno spesso una domanda: le peonie sono sbiadite e cosa fare dopo il terreno. Qui tutto è semplice: le radici alimentano il pacciame dal verbasco (in proporzione all’acqua 1/10).

In questa fase, sconsigliamo di essere coinvolti sia in fertilizzanti organici che in forti “acque minerali”. Anche i composti complessi non sono sempre utili.

Scopriamo i segreti della cura dei peoni all’aperto.

Caratteristiche di rifilatura

Questa è la parte più importante della preparazione per il gelo. Lasciarlo all’inizio della primavera è indesiderabile – quindi il secatore non può semplicemente “prendere” il becco che si è seccato durante l’inverno.

La cosa principale è prendere il momento giusto. A seconda della regione, questo potrebbe essere l’ultimo decennio di ottobre o la metà di novembre. Se prendiamo “secondo scienza”, la preparazione dei pioni per l’inverno determina il momento migliore per la potatura nei primi giorni dopo le gelate. È importante che il terreno sia asciutto.

A questo punto, i getti già si depositano sul terreno e tale manipolazione non danneggerà la pianta. Tagliare le peonie erbacee il più in basso possibile, senza lasciare un’alta canapa (abbastanza 2-3 cm). L’intera parte di terra (fiori e steli con foglie) viene rimossa. Quindi vengono raccolti e bruciati.

Importante! La peonia è facilmente accettata praticamente su qualsiasi tipo di terreno. L’eccezione è a meno che i terreni “acidi” e le aree che sono piene di insetti.

Per le linee ad albero, l’algoritmo è leggermente diverso: la parte di terra sta cercando di preservare.

Alcuni usano il materiale tagliato per il ricovero, ma non lo fanno – può essere un buon posto per il letargo e l’allevamento di parassiti. Anche le foglie vicine sono raccolte e smaltite.

Alcuni giardinieri dopo un evento del genere effettuano una medicazione combinata di catrame di legno e farina di ossa (60/40%).

Lo sai? Gli antichi greci credevano che le peonie fossero in grado di guarire 20 malattie. Pertanto, non c’era un solo giardino del monastero in cui non crescessero. Fino al 1800, tali fiori erano usati solo come piante medicinali, alcune varietà – come condimento per il cibo.

Non ci sono difficoltà qui, sebbene l’inesperienza dei principianti commetta errori. Ecco alcuni esempi di tali “errori” durante la potatura:

  • Rimozione anticipata della fuga. Se l’autunno si rivela caldo, gli steli cresceranno e cresceranno abbastanza da congelarsi. Il calo della temperatura in una situazione del genere indebolisce la pianta.
  • L’altro estremo è il restringimento con la potatura. Quindi il rizoma può semplicemente marcire.
  • Lasciare una piccola parte della radice molto più alta del suolo (3-5 cm). È un errore pensare che questo tempra sia perenne. Al contrario, tale procedura inibisce la crescita e la fioritura negli anni successivi.


Le situazioni sono diverse, ma è ancora necessario rimuovere i gambi nella dacia, altrimenti la fioritura passata rischia di diventare l’ultima. Quindi le potature delle peonie in autunno sono solo necessarie.

Rifugio di pioni

Per proteggere il rizoma dal gelo, vengono utilizzati i buchi del pacciame. I migliori materiali per la “coperta” sono l’humus e la torba secca. Lo spessore dello strato dipende dalle condizioni meteorologiche in una particolare area: se ci sono 10-12 cm per le regioni con un clima moderato, saranno necessari 15-20 cm per le parti settentrionali.

I benefici di tali rifugi sono molti: non solo trattengono il calore, ma alimentano il suolo con sostanze utili. Per le piante “età” è anche un eccellente stimolante della crescita.

Per la copertura, materiali come:

  • foglie;
  • letame;
  • paglia;
  • “zampe di conifere”;
  • segatura e trucioli.

Questo “organico” provoca lo sviluppo della polemica dei funghi patogeni e lo spreco della produzione dei carpentieri fortemente ossida il suolo.

Con l’inizio della primavera, tale “copertura” viene rimossa, ma non completamente: nella buca lasciare un sottile strato di pacciame che frenerà la crescita delle infestanti.

Importante! Se c’è stato bisogno di potature precoci, lasciare 3-4 foglie su ogni stelo. Quindi la pianta accumulerà forza per la crescita dei futuri germogli.

Ora sappiamo come prenderci cura delle peonie in autunno e come la preparazione accurata di questi fiori cerca l’inverno. Date queste sfumature, sarete in grado di osservare fiori spettacolari sul vostro sito in futuro. Più colori brillanti nella vita!