Cosa è pericoloso per gli afidi sugli alberi da frutto e come combatterli

afide
Gli afidi, forse, si riferiscono a uno dei nemici più comuni delle colture da giardino, da giardino e da serra. Questo pericoloso insetto si trova quasi ovunque, e il periodo della sua attività nociva dura per tutta la stagione – dall’inizio della primavera fino al gelo. Anche il parassita onnivoro colpisce: gli afidi con lo stesso appetito distruggono fiori, alberi da frutto, bacche e verdure.

Come risultato delle attività della piccola succhiasangue è una violazione del ciclo di vita piante: si smette di crescere, perde i fiori e le ovaie, dei tessuti delle foglie e germogli sono deformato. Inoltre, rifiuti appiccicose afidi vitali residuo sulle foglie e steli di piastre sono mezzo favorevole allo sviluppo di una varietà di malattie fungine, coltura risultante viene contaminato, processi fotosintesi rotti e la pianta può morire.
Afidi sulla foglia di mela
Infine, l’afide è di per sé un venditore ambulante di varie malattie virali: passando da piante infette ad una sana e rendendo il virus direttamente nel tessuto alla suzione del suo succo, insetto contribuisce alla diffusione di infezioni tra i cespugli e gli alberi, come l’uomo influenza starnutire attivamente in una affollati di trasporto pubblico.

Lo sai? Gli afidi sono in grado di riprodursi in modo insolitamente veloce. La fecondazione e la deposizione delle uova di solito non si verificano, di regola, gli insetti sono asessuati. Tuttavia, di tanto in tanto nella generazione possono apparire singoli individui con caratteristiche sessuali che, quando fecondati, danno alla luce la stessa prole eterogenea.

Afidi: descrizione di un insetto

Gli afidi sono un minuscolo insetto percepito dall’occhio nudo come una punta scura di 0,5 mm (tuttavia, alcune specie di afidi raggiungono i 7 mm di lunghezza). In realtà, questa sanguisuga in miniatura sembra un gamberetto rotondo o una goccia. L’insetto può essere sia senza ali che alato, in quest’ultimo caso, gli organi volanti degli afidi sono rappresentati da due coppie di ali trasparenti: anteriore più lungo e ali posteriori più corte.

Le tonalità degli afidi sono molto diverse: questi insetti possono essere neri, verdi, grigi, rossi, rosa e persino trasparenti. La stessa specie può cambiare colore mentre cresce, inoltre, il colore dell’insetto dipende dal cibo che usa. Afidi con e senza aliGli afidi senza ali non sono in grado di percorrere lunghe distanze, la maggior parte della vita in cui un insetto trascorre all’interno di un’area limitata, con l’aiuto di gambe lunghe che si spostano all’interno di una o più piante.

Un afide alato diventa quando le dimensioni della colonia crescono così tanto che, all’interno del territorio più vicino, non c’è già nulla da nutrire agli insetti. Tali individui alati volano in un nuovo territorio e formano una colonia regolare di parassiti.

Una pupa non si forma negli afidi, gli insetti vivi appaiono o dalle uova in letargo, o un adulto nasce direttamente (spesso un bambino è già nato incinta).

Afidi negli alberi da frutto, ciò che è irto di conseguenze

Gli afidi sono in grado di infliggere danni al giardino di frutta, la cui scala è assolutamente incommensurabile con le minuscole dimensioni del parassita stesso. Formare le colonie sulla parte inferiore delle foglie, insetti mentre in grado di passare inosservati, con conseguente parassiti dopo l’insediamento si trova, combattere gli afidi in alberi da frutto infetti avere metodi radicali.
Afidi sul melo
Oltre a succhiare il succo dai reni, foglie, giovani germogli, boccioli e fiori, gli afidi secernono veleno, tossico per l’albero da frutto. Di conseguenza, a seconda in quale periodo ci fu un’infezione, rene cadere, le foglie sono rotolato in un tubo e morire, gemme, se non avete avuto il tempo di aprire, basta drop off fiori sono simili ai tovaglioli di pizzo, ovaio dopo questa deformazione non si forma.

Se il controllo degli afidi su tali alberi da frutto non viene effettuato, possono smettere di svilupparsi del tutto.

Impara come trattare gli afidi con mele, cavoli, ribes, prugne, cetrioli, kalina, aneto.

Sulle escrezioni lasciate dagli afidi sulle foglie, a seguito delle quali il processo di fotosintesi viene sospeso e l’albero è esposto all’infezione da funghi, come già menzionato sopra. Il pericolo degli afidi per gli alberi da frutto è causato dal fatto che i giovani germogli, i cui succhi amano particolarmente nutrirsi, diventano così deboli da non essere in grado di sopportare anche l’inverno non troppo severo.
Afidi negli alberi da frutto
Infine, l’albero colpito sta perdendo la sua capacità generale di resistere a varie malattie e altri parassiti.

Esistono diverse varietà di afidi, che formano crescite intere sui rami degli alberi – galle. Ulcere, che a causa di tali tumori colpiscono i rami di un albero, possono ucciderlo completamente.

Afidi sugli alberi del giardino: come affrontare il parassita

Esistono molte varietà di afidi, che possono essere distinte solo da uno scienziato professionista. Fortunatamente, una tale personificazione, in generale, non è richiesta, poiché i mezzi degli afidi sugli alberi da frutto funzionano perfettamente per qualsiasi rappresentante di questo insetto.
afide
Esistono diversi modi per controllare gli afidi: meccanici, biologici, chimici, preventivi. Come specificamente sbarazzarsi di afidi sugli alberi dipende personale preferenza giardiniere lesione misura e anche il periodo in cui gli afidi si stabilirono su albero (in erba, fioritura, formazione delle ovaie, all’inizio o alla fine della fruttificazione).

Metodi biologici per combattere gli afidi sugli alberi

In natura, gli afidi hanno sia aiutanti che nemici. È noto che il miglior rimedio per gli afidi negli alberi è la coccinella.

Lo sai? Solo per un giorno una piccola coccinella può facilmente mangiare duecento di questi disgustosi succhiasangue!

Altri sanitari degli alberi da frutto sono, per esempio, le mosche dei fiori (nome popolare – mormorii), la flanneria (lacewings) e alcuni altri insetti, così come gli uccelli. Gli assistenti nella lotta contro gli afidi possono essere considerati formiche rosse. Non mangiano gli stessi afidi, ma distruggono le formiche della terra nera, che a loro volta non sono solo i portatori, ma anche i naturali difensori degli afidi.
Coccinella contro gli afidi
Ovviamente, tali insetti e uccelli dovrebbero essere fortemente investiti nel loro giardino o almeno evitare azioni che possano scacciare i nemici naturali degli afidi. Tutti questi utili insetti d’inverno in erba secca e foglie cadute, quindi, bruciando così organico in autunno, i giardinieri in tal modo distruggono i loro “amici”.

Importante! Le formiche nere – distributori di afidi – non possono essere distrutte dal fuoco: vivono abbastanza in profondità nella terra per non morire quando bruciano le foglie.

Per sembrare bel giardino per coccinelle, è possibile utilizzare alcuni trucchi: per esempio, dovrebbe essere messo tra gli alberi da frutto tanaceto, ortica, finocchio, achillea, margherite e altre piante che amano questi eleganti insetti macchiati rossi.
ortica
Consigliamo anche di prendersi cura dello svernamento per le coccinelle: per questo non è necessario bruciare, ma, al contrario, lasciare in un angolo del giardino un mucchio di erba secca, idealmente – una pianta di mais. Alcuni trovano persino il tempo di costruire case minuscole per insetti utili – qualcosa di simile alle case degli storni, solo molto più piccole.

È ancora più semplice con questo scopo torcere una cannuccia da un cartone, compattare con erba o altri materiali improvvisati da una parte e collocare in un giardino tra le foglie secche.

Un modo arguto per entrare nel giardino delle coccinelle: è solo comprare un pacchetto con bug in un negozio specializzato (insetti, anzi, a volte allevati appositamente per la vendita).

Il modo “inverso” di combattere gli afidi con metodi biologici è piantare piante nel giardino che gli afidi non tollerano. Questo, per esempio, sbiancato, basilico, vari tipi di sambuco, tabacco, dente di leone, acetosa, rafano, cipolla, aglio, senape, assenzio, tanaceto e achillea. afidi fiori non piace l’odore di ranuncoli, calendule, denti di leone, chernobryvtsev (calendula), camomilla, verdure – peperoncino, patate e pomodori.
aglio
Alcune di queste piante possono anche essere utilizzate come base per la spruzzatura di alberi già affetti da afidi. Ad esempio, si consiglia di tagliare un gambo di assenzio con un coltello o un secatore, versare acqua bollente e insistere per diverse ore. Dopo di ciò, filtrare, aggiungere un po ‘di qualsiasi sostanza saponata per trattenere meglio il liquido sul piatto fogliare e cospargere generosamente gli alberi, prestando particolare attenzione alla parte inferiore delle foglie.

Il consumo di soluzione per albero adulto è di circa cinque litri. Formulazioni di afidi su alberi da frutto possono essere prodotti in modo indipendente in modo analogo utilizzando foglie di tabacco, buccia di cipolla, tranciato aglio grezzo, infiorescenza e margherita steli, foglie e radici di un dente di leone, cavallo acetosa, frutta pepe di cayenna, gambo celidonia, aghi di pino, buccia qualsiasi agrumi , cime di patate o pomodori e simili.
Camomilla brodo
Quando si spruzza con tali decotti e infusi vegetali, devono essere seguite alcune precauzioni. In primo luogo, un’alta concentrazione di sostanza attiva o irrorazione durante il giorno in pieno sole può portare a ustioni sulle foglie.

In secondo luogo, alcune piante sono dannose non solo per gli afidi, ma anche per i suoi nemici naturali, inoltre, e una persona può essere avvelenata durante la procedura.

In ogni caso, a spruzzo deve essere effettuata in una maschera protettiva e guanti, e non ricorrere a tale metodo per il controllo di afidi in periodo di fruttificazione e almeno due settimane (ma meglio – almeno un mese) prima dell’inizio del raccolto.
Spruzzare alberi da frutto

Importante! Va ricordato che se alcune piante respingono gli afidi, allora altri, al contrario, attraggono. Da questo punto di vista, non dovresti piantare alberi da frutto come begonia, nasturzio, malva, petunia, papavero e legumi. Kalina, ciliegio e tiglio devono essere piantati lontano dal giardino, in quanto sono anche favoriti dagli afidi.

Metodi chimici per proteggere il giardino dagli afidi

Come dimostra la pratica, è possibile distruggere gli afidi sugli alberi senza l’uso di pesticidi. Tuttavia, in casi particolarmente difficili, l’interferenza chimica può ancora essere richiesta.

Quando si sceglie cosa usare per distruggere gli afidi sulla frutta, si dovrebbe tenere presente che, a differenza di molti altri parassiti, gli afidi non hanno carapace troppo spesso, quindi eliminarlo è abbastanza facile con l’aiuto di qualsiasi preparazione chimica. Procedendo da questo, non ricorrere a veleni particolarmente gravi.
Fufanon
Si raccomanda di fermare l’attenzione sui preparati contenenti esteri. Eccellente aiuta a sbarazzarsi di afidi fatti su base naturale (lino e olive) insetticida sapone nero. anche farmaci ben collaudati come fufanon e intavir.

È ugualmente importante scegliere il momento giusto e il metodo di trattamento. È meglio condurre la prima spruzzatura degli alberi prima che le foglie fioriscano.

Ulteriori procedure dipendono dal grado di infezione e dall’atteggiamento del giardiniere nei confronti dell’uso di sostanze chimiche. In generale, non vengono effettuate più di tre irrorazioni per stagione, ma quest’ultima non può essere effettuata più tardi di tre settimane prima della raccolta, proprio come nel caso dei veleni naturali.

Se i parassiti sono già visibili sul fogliame, il trattamento sia effettuato per contatto: questo ti permette di uccidere l’influenza esterna diretta insetto su di lui. Lo svantaggio di questo metodo è che la sua efficacia dipende dalla precipitazioni (pioggia di qualsiasi imprevisto può vanificare tutti gli sforzi giardiniere), nonché la completezza del trattamento (veleno uccide solo quella dei parassiti per entrare in contatto diretto).
Spruzzando con sostanze chimiche velenose
Poiché spesso gli afidi si nascondono non solo sul lato posteriore delle foglie, ma anche all’interno del tubulo in cui sono intrecciati, il metodo di elaborazione del contatto non consente di raggiungere l’obiettivo. In questo caso, gli insetticidi sistemici possono venire in aiuto, che penetrano nel succo della pianta e uccidono l’afide che li nutre dall’interno. Questo metodo è anche buono perché l’albero assorbe rapidamente il veleno in se stesso e la pioggia non può interferire con l’effettiva distruzione del parassita.

Eppure dovrebbe essere notato che eventuali precauzioni quando si lavora con pesticidi non possono garantire pienamente la loro azione punto, diretta solo su un insetto. Qualsiasi farmaco ha i suoi effetti collaterali, influenzando negativamente altri organismi viventi, compreso l’uomo. Pertanto, ricorrere alla protezione chimica contro gli afidi dovrebbe essere ancora nei casi estremi.

Come proteggere gli alberi da frutto dagli afidi con rimedi popolari

Oltre alla protezione meccanica (risciacquo con acqua o hand shaking off) e spruzzare con brodi vegetali, comuni mezzi di protezione da afidi sta versando infusioni foglia cenere, soluzioni di sapone (utilizzando conferenze, sapone liquido o tar) e soluzioni di soda e catrame di betulla.

Per irrorare alberi da frutto con rimedi popolari simili a 10 litri di acqua, sono necessari 300 g di cenere (per una migliore dissoluzione, la cenere e l’acqua vengono fatte bollire per circa mezz’ora); 100 g di catrame, 300 g di prodotto domestico o 125 ml di sapone liquido.

Alcuni giardinieri consigliano modi abbastanza creativi per sbarazzarsi di afidi. In particolare sostengono che il parassita viene ucciso se spruzzato vodka legno o cola soluzione olio di girasole (1 v. In acqua 10 litri), e acqua mescolata con crema (1,5 v. Benna di acqua) ed etere olio di cedro, tea tree e lavanda (circa 50 gocce di ogni secchio d’acqua).

Un altro rimedio popolare per gli afidi sugli alberi da frutto è la fumigazione con il tabacco (in un barattolo di latta si fa un piccolo fuoco con le patatine, la polvere viene versata sopra e quando un denso fumo bianco comincia a cadere dalla lattina, viene posto sotto un albero). Alcuni autori suggeriscono varianti ancora più creative della fumigazione – per questo uso di gomma bruciata, diversi tergicristalli, ecc.
Polvere di tabacco
E ‘possibile che gli afidi non saranno in soggezione del fatto che essa versò la vodka e Coca-Cola e sottoposto a fumigazione con pneumatici scottanti, ma, credo, un modo radicale può aiutare a sbarazzarsi non solo degli afidi, ma anche sui suoi vicini, così come la famiglia (sì vodka e un uso più adeguata) si possono trovare in azienda.

Pertanto, si raccomanda di utilizzare metodi meno radicali per il controllo dei parassiti, il principale dei quali, ovviamente, è la prevenzione.

Afidi negli alberi da frutto: consigli sulla prevenzione

Per capire come non ammettere una pianta nel giardino, è necessario scoprire da dove proviene.

Il parassita può essere portato sul posto dalla persona stessa, insieme a quelli acquisiti in luoghi non verificati e non sufficientemente esaminati per la mancanza di segni di infezione da parte delle piante. Inoltre, gli insetti entrano nel giardino in modo massiccio, se alberi da frutto non coltivati ​​crescono nelle vicinanze (ad esempio, da un vicino sito abbandonato).
formiche
Il principale diffusore di afidi è le sopra menzionate formiche di terra nera. Questi insetti non sono solo venditori ambulanti, ma anche protettori naturali di afidi di altri parassiti, inoltre, addirittura “permettono” al cappuccio di trascorrere comodamente l’inverno all’interno di un formicaio. Questa “amicizia” è spiegata semplicemente: le formiche mangiano gli afidi espulsi con la rugiada del miele, in modo che la relazione tra gli insetti sia costruita su basi completamente benefiche.

Realizzando queste caratteristiche, è più facile evitare di creare condizioni favorevoli per la diffusione di afidi nel giardino.

Prima di tutto, durante l’elaborazione del tuo giardino dagli afidi, è necessario simultaneamente (se possibile) effettuare la spruzzatura di alberi abbandonati nel vicinato, e non dimenticare il tuo prato, sul quale il parassita può anche depositarsi.

Quando si falcia l’erba, si consiglia di lasciare fiordalisi in fiore, una borsa da pastore, carote selvatiche. Queste piante attirano attivamente i predatori – nemici naturali degli afidi.
fiordalisi
È altrettanto importante coprire le formiche con accesso agli alberi da frutto. Per questo, è necessario liberarsi dell’intera colonia e non combattere con singoli esemplari.

Dal momento che le formiche nere vivono nel terreno, un buon modo per cacciarle dal sito è scavare nel nido e trattarlo con veleno (puoi usare antimol, carbolico, kerosene, formalina, ecc.).

Qualche albero consiglio cospargere in un cerchio con una miscela di segatura con pepe grattugiato, aglio o foglie di pomodoro (si ritiene che le formiche non piace strisciare attraverso tali ostacoli), ma, credo, più ancora efficiente per concentrare gli sforzi per l’espulsione completa di formiche, piuttosto che cercare di proteggerli separano alberi.

Nel complesso, si nota che la connessione del foraggio tra formiche e afidi è così stabile che si può presumere che la formula sia corretta: le formiche se ne andranno – anche gli afidi se ne andranno.


Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

3 + 2 =

map