Cosa mangiare e come nutrire i conigli in inverno

Nutrire i conigliFornire ai conigli il cibo necessario nel periodo invernale causa difficoltà non solo per i principianti, ma anche per i proprietari esperti che allevano questi animali da decenni. Considera il mangime che viene utilizzato per l’ingrasso in inverno, spiega le differenze tra la dieta estiva e ciò che dovrebbe essere nutrito nei vari gruppi di età dei conigli.

Caratteristiche del cibo invernale

Se in estate l’organismo dell’animale spende energia per garantire il funzionamento degli organi e dei loro sistemi, e l’eccesso viene ritardato sotto forma di depositi di grasso, poi in inverno si verificano costi aggiuntivi, causati da una diminuzione della temperatura dell’ambiente. Il corpo spende molte energie per mantenere la temperatura normale.
Nutrire i conigli
In estate, un coniglio ha bisogno di molto liquido, per compensare la sua perdita dovuta all’evaporazione a temperature sufficientemente elevate, quindi la dieta è dominata da cibo vegetale succoso, che, sebbene non fornisca molte calorie, fornisce all’animale l’umidità necessaria.

In inverno, mantenere l’equilibrio idrico è semplice, poiché la sudorazione è ridotta al minimo. Allo stesso tempo, il contenuto calorico della dieta dovrebbe aumentare in modo sostanziale, in modo che il corpo del coniglio non usi le riserve di grasso, ma, al contrario, le accumula. Ecco perché in inverno è necessario dare un alimento vitaminico ipercalorico, che aumenterà la massa dell’animale.

Cambiare la razione in inverno è anche causata dalla mancanza di cibo vegetale fresco, e la versione secca non darà all’animale le vitamine, gli elementi e l’energia necessari. Per questo motivo, i conigli vengono nutriti con varie radici, concentrati e foraggi misti.

Scopri tutto sull’alimentazione dei conigli, e cosa influenza l’aspettativa di vita e quanti conigli vivono in media.

Tipi di foraggio invernale

Foraggio grezzo. Questo gruppo comprende fieno e rami secchi sottili di arbusti o alberi. Un cibo grossolano è anche considerato farina di fieno. Questo alimento è ricco di fibre, quindi stimola la peristalsi intestinale e dà anche un’immaginaria sensazione di sazietà.
Fieno per conigli
Per ottenere fieno nutriente e utile, vengono raccolte alcune erbe: trifoglio, lupino, erba medica, veccia, oltre a cereali e legumi.

La bardana per i conigli è molto utile. Contiene insulina, oli essenziali, resine, proteine, vitamina C e sali minerali.

I tralci secchi vengono raccolti da alberi da frutto, oltre che da quercia, acacia, frassino, acero, salice, ontano, lillà.

Importante! È vietato dare ai conigli rami di albicocca, sambuco e ciliegia di uccello.

Foraggio succoso (ortaggi a radice e insilati). Le colture di radice sono ben digerite e forniscono anche la quantità necessaria di umidità, vitamine ed elementi. In questo caso, le radici sono povere di fibre e proteine.

Tali radici e meloni vengono utilizzati:

  • carote;
  • patate;
  • cavolo;
  • barbabietole (foraggi e zuccheri);
  • zucchine;
  • zucca.

Puoi anche dare un ibrido di rutabaga e cavolo a poppa – un kusuqa, che è caratterizzato da un alto valore nutrizionale.

Scopri quali sono utili carote, patate, cavoli, barbabietole, zucca, zucca.

Altre radici e meloni, che non sono nella lista, hanno meno valore in termini di valore nutrizionale, composizione di vitamine e minerali e, pertanto, non possono essere utilizzati su base continuativa.
Colture di radice
L’insilato viene spesso utilizzato nelle grandi aziende agricole, dal momento che la silo di materie prime per diversi individui non è economicamente conveniente – richiede troppo tempo per il processo stesso. Tuttavia, questa è una buona opzione per nutrire i conigli in inverno.

Ottima composizione dell’insilato:

  • cime di legumi (30%);
  • foglie di cavolo di poppa (30%);
  • carote (20%);
  • polpa di patate bollite (20%).
Importante! Dopo la posa della composizione nella fossa per l’insilaggio, deve passare almeno un mese e mezzo per consentire alla massa dell’insilato di diventare adatta per l’alimentazione.

Mangime concentrato È questo cibo che ha il più alto valore nutrizionale, quindi è estremamente necessario per gli animali aumentare di peso. Contiene un gran numero di proteine ​​e carboidrati e il contenuto calorico di tale alimento è decine di volte superiore rispetto alle opzioni sopra elencate.
Cibo per conigli
Gli alimenti concentrati includono quanto segue:

  • cereali;
  • grani di legumi;
  • crusca;
  • pasto;
  • torta;
  • mangimi pronti per conigli;
  • mangime di origine animale.

Separatamente, vale la pena considerare il mangime di origine animale. Questi includono farina di ossa e pesce. Il valore di questi prodotti sta nel fatto che contengono fino al 60% di proteine ​​e fino al 20% di grassi. La composizione è anche ricca di calcio e fosforo, il che rende questo additivo semplicemente insostituibile. Il volume minimo di farina è sufficiente per soddisfare i bisogni delle proteine ​​e dei minerali sopra descritti.

Familiarizzare con la tecnologia di fare un alimentatore per conigli (bunker).

Vitamine per conigli in inverno

Le radici in inverno aiutano a evitare la mancanza di vitamine, ma le loro riserve non sono infinite, quindi prima o poi, aggiungere integratori vitaminici e minerali alla dieta. Ciò accade alla fine dell’inverno, quando è più economico acquistare un additivo piuttosto che acquistare le radici.

Per le normali conigli vita vitamine A e D. necessario per questo scopo animali sono oli di pesce o concentrati di vitamina A (prima forma di realizzazione preferita). Tariffa giornaliera di olio di pesce per un adulto – 1 g per gli animali giovani – 0,5 g per i conigli che allattano – 3 g V’è anche una mancanza di vitamina E, che è meno probabile di riempire con lievito di birra o di grano germogliato.
Olio di pesce, veterinario
I minerali necessari sono fosforo, calcio, sodio, cloro. Per ricostituire i primi due minerali, viene utilizzato il pasto o il gesso osseo precedentemente menzionato. Ma il sodio e il cloro vengono con il sale da cucina. La norma del sale per gli animali giovani è di 1 g. Per gli adulti 1,5 g.

Importante! Durante l’ingrasso, la quantità di sale è raddoppiata.

Come nutrirsi in inverno

Considera la dieta dei diversi gruppi di età dei conigli e parli anche della dieta corretta.

Periodo di accoppiamento

Durante l’accoppiamento, i conigli hanno bisogno di più energia, rispettivamente, il contenuto calorico della dieta quotidiana dovrebbe essere aumentato, tuttavia, entro i limiti ragionevoli.

Leggi anche: Quando puoi lasciare il coniglio nell’accoppiamento?

La dieta quotidiana del maschio sull’accoppiamento:

  • fieno – 150 g;
  • radici o insilato – 200 g;
  • mangime concentrato – 55 g.

Per quanto riguarda le femmine, l’età alla quale dipende il bisogno di cibo è importante. Gli animali più anziani richiedono meno cibo, poiché hanno più peso, ma le giovani donne hanno bisogno di molta energia in modo che non solo producano prole vitale, ma anche dimagriscano.
Conigli nel periodo di accoppiamento
La dieta quotidiana di una femmina adulta:

  • fieno – 180 g;
  • radici o insilato – 200 g;
  • mangime concentrato – 60 g.

Dieta quotidiana di una giovane femmina:

  • fieno – 250 g;
  • radici o insilati – 300 g;
  • mangime concentrato – 70 g.

Si noti che il fabbisogno giornaliero di farina d’ossa e sale non cambia durante la stagione degli amori.

Lo sai? Il coniglio femmina ha un utero biforcato. Questo le permette di sopportare due cucciolate di diversi maschi concepiti in tempi diversi.

Ora considera il programma di alimentazione. A tre pasti viene dato un mangime a 8, 12 e 17 ore. Al mattino vengono dati concentrati e fieno, nel pomeriggio, raccolti di radice o insilati, e il menu della sera ripete la mattina, solo con l’aggiunta di bei ramoscelli.

Quattro pasti al giorno significa quanto segue:

  • 6-00 – un terzo dei concentrati e un quarto del fieno dalla tariffa giornaliera;
  • 11-00 – metà delle radici e un terzo dei concentrati dalla norma giornaliera;
  • 16-00 – metà delle radici e metà del fieno dalla tariffa giornaliera;
  • 19-00 – un quarto di fieno e un terzo dei concentrati dalla tariffa giornaliera.

Coniglio decorativo

La dieta del coniglio decorativo è completamente diversa dalle controparti di carne. L’animale ha un debole sistema digestivo, quindi è impossibile usare il foraggio di cui sopra.

Familiarizzare con le razze di conigli decorativi, di pelliccia e di piume.

Nella gabbia di un coniglio domestico, ci deve sempre essere fieno di qualità fresca, che l’animale domestico può mangiare in qualsiasi momento. Ciò significa che è necessario monitorare non solo la presenza di questo alimento nella gabbia, ma anche la sua qualità.
Coniglio decorativo
Nei negozi di animali è possibile trovare erba fresca per i conigli, che soddisfa tutti gli standard di qualità. Il prezzo di un tale prodotto è alto, ma se non puoi raccogliere le erbe lontano dalle strade e dalle fabbriche nella stagione calda, dovrai acquistare in modo che l’animale mangi bene.

Per quanto riguarda frutta e verdura, la loro percentuale nella dieta dovrebbe essere ridotta al minimo, in quanto l’abbondanza di tali alimenti causerà problemi con l’intestino.

Importante! Non puoi dare cavoli e barbabietole a conigli decorativi. Le patate portano all’obesità, quindi è anche proibito.

Perfettamente adatto per le seguenti verdure e frutta:

  • carote;
  • spinaci;
  • ravanello;
  • sedano;
  • prezzemolo;
  • mele;
  • pere;
  • banane;
  • uve;
  • fragole;
  • mandarini / arance.
Ulteriori informazioni sulla composizione e le proprietà utili di spinaci, ravanelli, sedano, prezzemolo, mele, pere, banana, uva, fragole, mandarini, arance.

Ogni giorno è assolutamente necessario dare al cibo granulato dell’animale domestico, che fornisce vitamine e minerali. Due cucchiai sono sufficienti. Questo bisogno è dovuto al fatto che l’animale non può mangiare molta verdura, in cui ci sono vitamine, e nel fieno, le vitamine e gli oligoelementi sono semplicemente assenti, quindi c’è un deficit.
Coniglio decorativo

Come nutrire i conigli

Con giovane coniglio è sempre un problema, perché a un certo punto nel menu, è necessario immettere un feed succulenta, che, se non adeguatamente alimentato, può causare un sistema digestivo sconvolto, con la conseguente necessità di dimenticare tale aggiunta al momento in cui il tratto gastrointestinale non ritorna alla normalità. Inserisci qualsiasi nuovo cibo di cui hai bisogno gradualmente, iniziando dalle dosi minime.

Scopri quando è possibile piantare conigli da un coniglio e come nutrire un coniglio senza un coniglio.

Successivamente, viene proposta una dieta invernale standard per diverse fasce di età dei conigli.

Da 1 a 2 mesi:

  • alimentazione grossolana – 50 g;
  • radici – circa 150 g;
  • concentrati – 35 g.

Ricorda che il fieno dovrebbe essere della massima qualità, altrimenti i giovani avranno problemi con la digestione del cibo. Il loro tratto gastrointestinale è molto sensibile, quindi controlla attentamente la qualità del mangime.

Da 3 a 4 mesi:

  • alimentazione grossolana – 100 g;
  • radici – 300 g;
  • mangime concentrato – 55 g.

Si noti che la dose giornaliera di gesso e sale per conigli di 1-2 mesi è di 0,5 g, ma a 3-4 mesi al giorno deve essere somministrata 0,6 g. A partire da 5 mesi, la dose è la stessa di degli adulti.
conigli
Da 5 a 7 mesi:

  • fieno – 150 g;
  • radici o insilato – 350 g;
  • mangime concentrato – 55 g.
Vi consigliamo di leggere le caratteristiche e il contenuto dei conigli: marder, rosso della Nuova Zelanda, cincillà sovietico, Angora, californiano.

Di quanto tu non possa nutrire i conigli

Ricorda, è vietato dare erba fresca e appena tagliata ai conigli. Questo vale sia per la carne che per le rocce ornamentali. Qualsiasi erba dovrebbe essere leggermente asciutta, altrimenti ci saranno problemi di digestione. Questo vale anche per qualsiasi cibo salato, acido o dolce.

È vietato dare le seguenti erbe:

  • ranuncolo (provoca la diarrea);
  • lombalgia (porta alla paralisi);
  • aconito (convulsioni, dopo di che si verifica la morte);
  • senape;
  • crescione d’inverno;
  • ebbrezza;
  • euforbia;
  • croco.

Prodotti pericolosi:

  • barbabietola da tavola;
  • radici con marciume o muffa;
  • insilato ammuffito
Importante! Se il fieno di qualità è finito, allora può essere sostituito con piselli o paglia di avena.

Come dare un drink ai conigli in inverno

Ricorda che la garanzia della salute dei tuoi conigli – ventiquattr’ore su ventiquattro accesso a acqua pulita con temperature accettabili. Se il coniglio non beve in tempo, presto avrà problemi con i reni. Se l’acqua è di scarsa qualità o fredda, allora l’animale si ammalerà e, se è giovane, la probabilità di morte è alta.
Bere ciotole per conigli
In inverno, garantire una temperatura dell’acqua adeguata è estremamente problematico, anche se i conigli sono tenuti in un capannone caldo. Tuttavia, i progressi non stanno fermi, quindi non devi cambiare l’acqua ogni scaldino per 2 ore, bevitore elettrico speciale, che faciliterà la cura degli animali. Una tazza per bere è una specie di thermos con un reboiler incorporato, quindi l’acqua riscaldata non si raffredderà. Include anche speciali sensori che regolano il riscaldamento del liquido.

Puoi fare un’opzione di fortuna, ma ricorda che di notte non puoi regolare la temperatura del liquido, a causa del quale l’acqua può bollire. Se non riesci a prendere una bevanda elettrica, allora crea una specie di thermos con diverse pareti. Questa opzione è molto più sicura a volte, anche se ci vuole un sacco di tempo.

Impara come fare un bevitore di conigli con le tue mani.

Come prepararsi per l’inverno

Alla fine dell’inverno non c’era carenza di fieno o colture di radici, è necessario fare tutti i calcoli necessari alla fine dell’estate, che contribuirà a preparare la quantità necessaria di mangime.

Per prima cosa devi conta il numero di individui, che appartengono a diversi gruppi di alimenti. Dopodiché, in base al menu giornaliero standard, calcola il numero richiesto di diversi tipi di feed. Dovresti anche prendere in considerazione l’errore, in modo che in caso di danni a una piccola parte del feed non devi acquistarlo più volte più costoso, o cercare una sostituzione in breve tempo.

Dopo aver calcolato i volumi approssimativi di feed, è necessario preparare una posizione di archiviazione. Non è un segreto che se le radici sono congelate, non possono essere somministrate agli animali, altrimenti avranno avvelenamento. Se il fieno inizia a marcire, allora dovrà anche essere gettato via. È importante non solo raccogliere la quantità necessaria di prodotti, ma conservare e prevedere le perdite correttamente.
Preparazione del fieno
Raccolta del fieno. L’erba infilzata in estate deve essere asciugata sotto un tetto ben ventilato. Successivamente, è necessario controllare la qualità del fieno, rimuovere le erbacce. Successivamente, il fieno viene spostato in un luogo fresco e oscurato e, per una migliore conservazione, cospargere di sale.

Raccolta di erbe preziose. Un’aggiunta eccellente alla dieta sono le erbe secche, come il trifoglio, l’assenzio, l’ortica. Come nel caso del fieno, la raccolta viene effettuata in estate, essiccata, immagazzinata e monitorata per sicurezza. Dare che tali erbe dovrebbero essere in piccole quantità. Possono anche essere macinati e aggiunti al mangime combinato.

Lo sai? In Australia, i conigli sono considerati i parassiti più distruttivi, in quanto infliggono danni per un valore superiore a $ 600 milioni all’anno. Non solo distruggono i raccolti, ma spostano anche molte specie rare di animali dall’habitat naturale.

Video: cucina per conigli in inverno

Nutrire i conigli in inverno causa alcune difficoltà, tuttavia, se seguiamo le nostre raccomandazioni, e se c’è una buona base di cibo, non ci saranno difficoltà con gli animali da ingrasso.