Malattie di conigli: metodi del loro trattamento e prevenzione

Trattamento di conigli I conigli sono inclini a una varietà di malattie. Le malattie virali non sono rare, le orecchie e gli occhi possono ferire. Condizioni di vita errate e insufficiente igiene delle cellule portano allo sviluppo di malattie dell’apparato digerente, reni, zampe e denti. Tra queste malattie ci sono quelle gravi che possono portare alla morte. Al fine di rilevare l’insorgenza della malattia in un coniglio, per aiutare immediatamente l’animale e prevenire la diffusione dell’infezione, è necessario conoscere i sintomi di ciascuno di essi. Di seguito elenchiamo i disturbi più comuni dei conigli.

Lo sai? A causa di varie malattie, il 25% degli animali viene respinto, il 10% viene ucciso.

Misure preventive: prevenzione delle malattie

Certo, è meglio non ammettere la malattia, piuttosto che curarne le conseguenze in seguito.

La prevenzione delle malattie dei conigli dovrebbe essere effettuata con l’aiuto di tali misure:

  • vaccinazione secondo i requisiti del servizio veterinario;
  • disinfezione regolare di cellule;
  • disinfezione di ciotole e mangiatoie (una volta ogni 10 giorni);
  • controllo della pulizia, della qualità dei mangimi e dell’acqua;
  • eliminazione di umidità e correnti d’aria;
  • mantenere la temperatura ottimale per il mantenimento degli animali;
  • esami preventivi;
  • osservanza delle misure di quarantena.

Per prevenire le malattie intestinali, puoi innaffiare periodicamente i conigli con acqua e aggiungere permanganato di potassio.
Vaccinazione dei conigli
Al momento dell’acquisto di nuovi conigli, devono essere tenuti separati dagli altri per 21 giorni. Durante questo periodo, possono comparire sintomi di malattie. In loro assenza, gli animali sono posizionati nel resto, ma sono tenuti in celle diverse.

Gli esami preventivi obbligatori sono soggetti a conigli prima della macellazione, dell’acetosa, dopo il sesso. I conigli appena nati vengono esaminati il ​​secondo giorno dopo la nascita e prima di essere sistemati con il resto degli animali. Quindi gli esami si tengono una volta ogni due settimane.

Se c’è stato un focolaio di una malattia virale, la gabbia, le ciotole e gli alimentatori vengono disinfettati immediatamente. Il paziente viene posto in quarantena.

Importante! I disinfettanti dovrebbero essere selezionati per uno specifico agente patogeno virale. Che cosa è esattamente la disinfezione dei luoghi di manutenzione delle cellule, si può imparare dalla descrizione delle malattie infettive.

Segni di un animale malsano

Quando un coniglio non si sente bene, questo è evidente nel suo aspetto e comportamento. I conigli sani sono attivi, mangiano bene. Il primo segno che qualcosa non va nell’animale è il rifiuto di mangiare. Gli animali malati sembrano pigri, irrequieti. La malattia viene visualizzata e, a condizione della loro lana, perde il suo splendore, diventa opaca, accartocciata.

Segni di una condizione malsana
Nelle malattie virali, l’animale dalle orecchie ha un naso che cola, gli occhi aspri, ci sono scarico dalla bocca. Ha una respirazione rapida (spesso 50-60 al minuto) e palpitazioni (in genere 120-160 battiti al minuto), un aumento della temperatura superiore al normale 38-39,5 ° C. Inoltre, un sintomo caratteristico è l’abbassamento delle orecchie.

Malattie di conigli

Tutte le malattie del coniglio possono essere suddivise in due gruppi: non contagioso e infettivo. Il comportamento dell’allevatore di conigli nel corso del suo rilevamento dipenderà dal gruppo a cui appartiene la malattia. Quindi, con la malattia di un’origine contagiosa di conigli malati sarà necessario isolare e disinfettare la cellula.

I motivi frequenti per cui i conigli soffrono sono:

  • alimentazione impropria;
  • nutrire cibo avariato;
  • mancanza di vitamine e minerali nel mangime;
  • basse temperature e alta umidità;
  • condizioni inaccettabili di detenzione, copertura cellulare impropria;
  • danno meccanico.
Lo sai? Il 70% di tutte le malattie non trasmissibili nei conigli ha problemi con il tratto gastrointestinale.

Con lo sviluppo di malattie da eziologia non virale associata con disturbi intestinali o di stomaco conigli possono verificarsi sintomi come feci ammorbidite o liquidi con muco, gonfiore, costipazione, mancanza di appetito.

Patate nella dieta di un coniglio malato In caso di tali sintomi, gli animali dovrebbero essere sottoposti a una dieta affamata per 12-20 ore. Quindi aggiungere gradualmente alimenti morbidi di cottura fresca. Può essere bollito nel mangime in ebollizione con l’aggiunta di patate bollite.

In assenza di feci, ai conigli viene dato il sale di Carlsbad (Glauber) (3-5 g) o l’olio di ricino (1-1,5 cucchiaini). Mostra anche sfregamento dell’addome con una soluzione di sale comune (1 cucchiaino / 0,5 tazza di acqua) e clistere con acqua saponata. Dopo la defecazione, il coniglio viene nutrito con carote e brodo d’avena.

Conigli affetti da diarrea, durante il giorno, 1-2 volte con un decotto di corteccia di quercia (1-2 cucchiaini) e una soluzione di 0,1 g di sintomicina.

Di seguito considereremo di cosa soffre ancora i conigli e anche le istruzioni passo-passo che il loro proprietario deve rispettare per questa o quella malattia.

Aspergillosi (pneumomicosi)

Malattia fungina infettiva, l’infezione di cui si verifica attraverso le vie respiratorie, mangimi.

Aspergillus è l'agente eziologico della malattia
sintomi:

  • mancanza di respiro;
  • starnuti;
  • ittero delle mucose;
  • rifiuto di mangiare

Trattamento. Al fine di prevenire i conigli è necessario mantenere in condizioni pulite, per controllare la qualità del cibo, per rimuovere i resti di cibo in modo tempestivo. Questa malattia non può essere curata. La cellula dopo il rilevamento della malattia viene trattata con formalina (3%, 5%).

Scabbia di Zdnevaya (acarosi, noctroidi)

Una malattia abbastanza comune tra i conigli. In particolare, colpisce i giovani individui. Eccitato da un segno di spunta.

Sintomi. C’è una malattia del desquamazione della pelle nella regione degli archi sopracciliari, delle labbra, del naso, delle orecchie. Più lontano si estende alla schiena, alle zampe, alla pancia. Con una forte sconfitta, il coniglio si rifiuta di mangiare e muore.

Trattamento. Le aree interessate sono macchiate di trementina, sapone verde, catrame di betulla, linimento di fenotiazina-tarry, emulsione acquosa di neocidolo (0,1%). La cella è disinfettata.

Scabbia dell’orecchio (psoroptosi, coriosi)

La scabbia dell’orecchio nei conigli è causata dagli acari. Succhiare il sangue, provoca irritazione e prurito.

sintomi:

  • ferite, irritazioni sulla pelle;
  • Bolle sulla pelle, da cui viene rilasciato il liquido;
  • perdita di appetito, esaurimento.

Scabbia dell'orecchio nel coniglio Trattamento. Le piaghe nelle orecchie dei conigli sotto forma di croste sono macchiate di trementina. Dopo il distacco, vengono rimossi e distrutti bruciando. La procedura viene ripetuta dopo 4-5 giorni. La gabbia e l’inventario sono disinfettati con una soluzione di creolo (5%).

Infiammazione dei polmoni (bronchite)

Una delle malattie più frequenti dei conigli sono la bronchite e la polmonite. Ciò è spiegato dal fatto che gli animali sono molto sensibili alle variazioni di temperatura, alle correnti d’aria, all’elevata umidità.

Sintomi. Nelle malattie del tratto respiratorio inferiore, la rabbia è oppressa, la mancanza di appetito, il muco dal naso, l’aumento della temperatura corporea. L’animale respira spesso e pesantemente, con fischi e sibili.

Trattamento. Con tali sintomi, i conigli devono essere mostrati a uno specialista. Di solito, la bronchite e la polmonite nei conigli vengono eliminate con l’aiuto di farmaci come “Tromexin”, “Brovaseptol”, “Brovafom Novy”. Il corso del trattamento è di 10-15 giorni. L’animale è abbondantemente nutrito e ben nutrito.
Scarica dal naso nel coniglio

vermi

L’invasione glauca nei conigli è difficile da identificare, non ha sintomi evidenti. L’infezione di animali di qualsiasi età è suscettibile.

Sintomi. Possibile perdita di peso, diminuzione dell’appetito, diarrea, apatia.

Trattamento. Al fine di ridurre il rischio di vermi intestinali nei conigli, è necessario osservare alcune misure precauzionali: tutti i giorni le cellule pulite, nei periodi caldi dei loro abbeveratoi e mangiatoie più spesso (una volta ogni cinque giorni) parboil o vapore, regolarmente cambiare l’acqua per bere.

Quando vengono rilevati vermi, agli animali vengono somministrati Naftamone, rimedi omotossicologici e omeopatici.

coccidiosi

La coccidiosi è una malattia virale, che, di regola, colpisce le giovani generazioni fino a 16 settimane. L’infezione avviene per via fecale. Contribuire allo sviluppo della malattia, delle condizioni antigieniche di detenzione e cibo inadeguato.

sintomi:

  • mancanza di appetito;
  • la debolezza;
  • diarrea o stitichezza;
  • gonfiore;
  • sete costante;
  • capelli opachi e scompigliati.

Nella fase acuta, la malattia provoca convulsioni e cadute. La morte di un animale malato si verifica entro due settimane.

Trattamento. Ai fini della profilassi, gli animali sono tenuti in celle con sessi non continui (tornitura, dosaggio, ingrossamento). In estate, gli alimentatori devono essere puliti ogni giorno, in inverno, questa procedura dovrebbe essere eseguita a giorni alterni. Le cellule vengono disinfettate ogni 10 giorni mediante lavaggio con acqua bollente o trattamento con un bruciatore. Si consiglia di non utilizzare fagioli, erbe aspre, crusca per l’alimentazione. Alimenta solo dagli alimentatori. Capezzoli di conigli infermieri una volta alla settimana da lavare con acqua tiepida.
Una gabbia con un sesso discontinuo
Anche tutte le femmine al mattino è preferibile bere la tintura di iodio secondo il seguente schema:

  • nel periodo dal 25 ° giorno di sarcogeneità al 5 ° giorno di allattamento – 100 ml di tintura di iodio (0,1%);
  • dal 10 ° al 25 ° giorno di lattazione – 200 ml di soluzione di iodio (0,2%);
  • dal 30 ° al 40 ° giorno di lattazione – 300 ml di tintura di iodio (0,1%).

Il trattamento viene effettuato mediante somministrazione orale di sulfonamidi per cinque giorni. Il medicinale viene trasformato in cibo inumidito in tali dosi, in base a 1 kg di peso vivo:

  • “Sulfadimetossina” – il primo giorno: 0,2 g; nei giorni 2-5: 0,1 g;
  • “Norsulfazole” – 0,4 g;
  • “Ftalazol” – 0,1 g.

Kolibakterioz

Malattia infettiva frequente Conduce a un disturbo del tratto digestivo. È trasferito per mezzo di mangime, acqua, letame. Con questa malattia, muore fino al 90% dei conigli.

Sintomi. I segni caratteristici della colibacillosi sono: rifiuto di mangiare, depressione, mancanza di mobilità, diarrea con secrezione di muco, forte perdita di peso.

Trattamento. L’animale è isolato e sottoposto a una dieta di 12 ore. Quindi, introdurre gradualmente il mangime, che è facilmente digeribile. Dare oralmente “Levomitsetin”, “Biomitsin”, “Synthomycin” e altri farmaci. Il corso del trattamento è di 3-5 giorni.

congiuntivite

Congiuntivite nel coniglio
Come risultato di danni meccanici alla mucosa occhio – alimentazione polvere, sabbia, sostanze chimiche, e anche la carenza di vitamina Un coniglio può sviluppare congiuntivite.

Sintomi. Con la congiuntivite, il coniglio avrà arrossamento, gonfiore degli occhi, aumento della lacrimazione, rilascio di pus dal sacco congiuntivale.

Trattamento. Gli occhi vengono lavati con acido borico (2%), digerito con goccioline di zinco.

listeria

Questa malattia infettiva colpisce il fegato di un coniglio. Il più spesso si sviluppa in donne incinte. Rappresenta un pericolo per l’uomo.

La listeriosi è una malattia molto pericolosa nei conigli che non può essere curata. Ci sono tre fasi del suo sviluppo: cronica, acuta, particolarmente acuta.

Sintomi. La forma cronica della malattia porta alla morte e al decadimento del bambino nel grembo materno. In futuro, le donne che hanno sofferto di questa malattia, non saranno in grado di sopportare una prole. In forma acuta, si verifica aborto, paralisi delle zampe posteriori nel coniglio e la sua successiva morte. Nella fase super acuta, le femmine muoiono improvvisamente.

Trattamento. Gli animali vengono distrutti, la decontaminazione e la pulizia delle cellule vengono eseguite.

Mastite nei conigli

La mastite infettiva si sviluppa nei conigli infermieri. Più spesso osservato nella prima metà della lattazione.

sintomi:

  • arrossamento e indurimento della mammella;
  • formazione sulla mammella di ulcere e ferite.

Mastite nel coniglio Trattamento. Per trattare questa malattia, è necessario chiamare un veterinario.

Per prevenire il suo sviluppo, i conigli sono tenuti in condizioni pulite, su una lettiera morbida. Sono regolarmente ispezionati. Con lo stadio avanzato della malattia, il coniglio viene macellato. La carne per il cibo non è adatta.

mixomatosi

La mixomatosi è una delle più pericolose malattie virali nei conigli. Si sviluppa rapidamente – l’animale può morire entro una o due settimane.

sintomi:

  • piccole dimensioni del tumore sotto forma di nodi sulla testa, genitali, vicino all’ano;
  • coni sull’orecchio in un coniglio;
  • gonfiore;
  • infiammazione edematosa degli occhi;
  • orecchie penzolanti

Mikksomaz in coniglio
Trattamento. Non ci sono modi per combattere questa malattia. È necessario vaccinare in modo tempestivo. La gabbia e il luogo di macellazione degli animali malati vengono disinfettati con soda caustica (3%), formalina, calce clorata, lisolo (5%). Le pelli sono bruciate. I vestiti, in cui un uomo si prende cura dei conigli, sono soggetti ad ebollizione per un’ora. Gli animali vengono svuotati nel terreno fino a 1 m di profondità e un focolaio della malattia viene notificato al servizio veterinario, che introduce la quarantena per due settimane.

avvelenamento

La causa dell’avvelenamento nei conigli può servire come erbe non commestibili trovate nei mangimi.

sintomi:

  • vomito;
  • diarrea;
  • aumento della salivazione

Trattamento. Quando compaiono questi segni, il cibo è cambiato. Ai conigli viene data una bevanda abbondante. Sono nutriti con riso, brodo d’avena.

pododermatite

pododermatite Le cause della poddermatite dei conigli non sono state stabilite per oggi.

La malattia è tipica per gli animali con una grande massa, piccoli piedini pubescenti e quando sono tenuti in celle con un pavimento in rete o in condizioni non igieniche.

Sintomi. È caratterizzato dalla formazione sulle suole di crepe, calli, ematomi, che successivamente sanguinano, marciscono. Determina che il coniglio è malato, puoi dal fatto che spesso passa dalla zampa alla zampa, non ha appetito. Il decorso acuto della malattia porta alla morte.

Trattamento. Per evitare le malattie della zampa nei conigli, sul pavimento della gabbia è necessario costruire un ulteriore pavimento in legno, trattato con calce. Nella fase iniziale della malattia, le ferite sono trattate con zinco al 10% o unguento al piombo. I calli sono puliti e ricoperti di iodio. Le ulcere sanguinanti dopo l’interruzione del sanguinamento sono trattate con tetracicline o pomata Vishnevsky, vengono applicate bende, che devono essere aggiornate ogni due o tre giorni.

rachitismo

Racchette di coniglio
Il rachitismo si osserva nei conigli giovani, soprattutto in inverno, con luce solare insufficiente. Lo sviluppo della malattia porta a una piccola quantità di vitamine e oligoelementi nella dieta e alla carenza di vitamina D.

Sintomi. Lo stadio iniziale del rachitismo si manifesta con disturbi del tratto gastrointestinale. Il coniglio rode una gabbia, mangia le sue stesse feci. Inizia a rimanere indietro nella crescita dai coetanei, la sua colonna vertebrale, le sue braccia si arricciano. Lo stadio innescato è caratterizzato da convulsioni, il comportamento eccitato dell’animale.

Trattamento. Ai primi sintomi è necessario correggere una dieta di conigli, avendo entrato in esso una quantità sufficiente di vitamine. La gabbia è esposta ad una zona ben illuminata del sole. Il crawl dà 1-2 gocce di “Trivita” al giorno.

Per prevenire il rachitismo, i conigli devono fornire cibo contenente vitamina D, fosforo e calcio. Puoi nutrirli con vitamine e olio di pesce.

Rinite (pasteurellosi)

Pasteurellosi colpisce non solo i conigli, ma praticamente tutti gli animali e gli uccelli agricoli. Ma solo negli animali con le orecchie questa malattia virale è caratterizzata da un flusso rapido – l’animale può morire entro due o cinque giorni. Trasmesso per via aerea, attraverso alimentazione e acqua. La mortalità è osservata nel 15 – 75% della mandria. Solo una piccola percentuale di conigli con un forte sistema immunitario può resistere alla malattia da sola, ma sono ancora portatori di virus.

Sintomi di pasteurellosi nei conigli:

  • scarico dal naso e dagli occhi;
  • aumento della temperatura corporea a 41-42 gradi;
  • mancanza di respiro;
  • mancanza di appetito;
  • diarrea, gonfiore.

Trattamento. Ci sono molti farmaci per vaccinare i conigli. Quando vi sono sintomi di pasteurellosi, i conigli gravemente malati dovranno essere martellati e bruciati. Sono trattati gli animali che hanno una fase iniziale della malattia. I conigli sani sono vaccinati.

Che trattare i conigli con questa malattia?

Rinite in coniglio Usare preparazioni sulfanilammide (0,2-0,3 g per coniglio di madre, 0,1-0,2 g – coniglio). Sono amministrati per tre giorni. Effettuare anche iniezioni intramuscolari con preparati di “Tetraciclina” o “Biomicina”.

Il trattamento complesso con sulfanilamide e farmaci antibatterici è efficace. Nel trattamento della pasteurellosi vengono utilizzati i seguenti antibiotici per conigli: “ossitetraciclina”, “Oxi 200”, ecc. Come utilizzarli è indicato nelle istruzioni al farmaco.

Allo scoppio delle cellule malattia e attrezzature disinfettare soluzione di formalina (1%), acido carbolico (3%), disinfettante (3%), idrossido di sodio (2%).

Salmonellosi (paratifo)

La salmonella, o paratifo nei conigli, è rara. Colpisce tutte le generazioni, in particolare i giovani – da uno a tre mesi. L’infezione si verifica da animali malati attraverso cibo, acqua, rifiuti, inventario. La malattia è caratterizzata da un decorso rapido e dall’esordio della morte tra due e cinque giorni.

Sintomi. Quando infettano la paratifo, i conigli sono svogliati, si muovono lentamente, si rifiutano di mangiare e vengono rimproverati.

Trattamento. Con lo sviluppo della salmonellosi nei conigli, vengono trattati sia i pazienti che gli individui sani. Danno Furazolidon. Dosi per i pazienti: 30 mg / 1 kg di peso vivo, due volte al giorno. Dosi per la salute: 15 mg / 1 kg di peso vivo, 2 volte al giorno. Il corso del trattamento è di una settimana.

Le cellule e le attrezzature devono essere disinfettate.

stafilokokkoz

Staphylococcosis è una malattia che colpisce spesso i conigli. È soggetto a tutte le età. Si osserva nei conigli contenuti in condizioni non igieniche, oltre ad avere lesioni lievi sulla pelle.

Ulcera sulla zampa del coniglio
Sintomi. Il segno principale della presenza nel corpo dello stafilococco dorato o bianco è la formazione di ascessi in tutto il corpo dell’animale.

Trattamento. Per curare i conigli, le ferite sono trattate con un unguento alla penicillina, una soluzione di picoktanina, una glicerina di iodio. All’interno gli animali danno “Streptocide”, “Norsulfazol”. Il corso del trattamento sarà di sette giorni. Si utilizza anche il siero anti-stafilococco (2 ml / 1 kg di peso vivo).

Stomatite (viso bagnato)

La stomatite infettiva, o viscida, colpisce piccoli conigli all’età di tre settimane a tre mesi.

sintomi:

  • rivestimento bianco sulla lingua, che successivamente diventa grigio-rosso;
  • piaghe sulla lingua;
  • aumento della salivazione e sbavando;
  • perdita di massa;
  • battere forte quando masticate;
  • perdita di capelli e infiammazione della pelle sulla mascella inferiore;
  • diarrea;
  • letargia.

Trattamento. Quando la rabbia, come un viscido, si sviluppa, tale trattamento richiederà animali sia infetti che sani. In questo caso, i pazienti sono isolati e la cellula è disinfettata.

Pazienti con rabbia 1-2 volte al giorno trattati con la mucosa orale con una soluzione al 2% di solfato di rame, diluito in acqua. Inoltre, la terapia con streptocidi è possibile. La metà schiacciata della pillola viene coperta in bocca, dopo 10 ore viene data la seconda metà della compressa. Nella fase avanzata, il trattamento viene effettuato con due metodi simultaneamente: primo, primo, poi secondo.

Rabbia sana somministrata per via orale 0,1 g di streptocide.

Importante! Durante questo periodo, i conigli avranno bisogno di un’alimentazione migliore sotto forma di cibi morbidi, ad esempio lo yogurt.

Muso umido (stomatite) nel coniglio
Se il trattamento viene eseguito in tempo, il recupero può avvenire il terzo giorno. Con le opportunità mancate, il coniglio muore entro una settimana. Se il trattamento ha avuto successo, l’animale non deve dare segni di malattia per due settimane. La carne di questo coniglio può essere mangiata. Tuttavia, non gli è permesso di accoppiarsi.

tigna

I conigli tigna sono infetti dal contatto con un animale malato, attraverso mangimi, rifiuti. I conigli infetti sono pericolosi per l’uomo.

Sintomi. Quando questa malattia è colpita, sulla testa, sul collo, sugli arti degli animali si formano macchie rotonde o oblunghe di 1-2 cm di dimensione con una superficie di peeling.

Trattamento. Isolamento dei conigli malati Disinfezione di cellule Distruzione di cibo e rifiuti. I punti affetti sul corpo degli animali sono imbrattati con iodio (10%) o alcol salicilico. Dopo i trattamenti con iodio, i luoghi sono imbrattati con olio di pesce. Con una forte infezione, i conigli vengono distrutti.

Scosse solari e termiche

Shock termico nel coniglio Gli impatti solari e termici si verificano con i conigli, che sono tenuti alla luce solare diretta e in ambienti soffocanti, non ventilati con un alto livello di umidità.

Sintomi. Determina che cosa soffia un coniglio, puoi con questi segni:

  • è in posizione sdraiata sul fianco o addome con zampe allungate;
  • non ha appetito;
  • letargia e mancanza di attività motoria;
  • convulsioni delle estremità;
  • respirazione rapida;
  • arrossamento delle mucose della bocca e del naso.

Trattamento. Per aiutare i conigli, devono essere trasferiti in un luogo fresco, per avere un buon accesso all’ossigeno, ogni cinque minuti per applicare impacchi freddi alla testa e alle zampe. Se si osservano convulsioni delle estremità, sfortunatamente, l’animale non può più essere salvato.

tularemia

Malattie infettive, accompagnate da febbre, aborti nelle donne in gravidanza, paralisi, aumento dei linfonodi. L’infezione è possibile attraverso mangimi, acqua, aria, punture di insetti.

sintomi:

  • tosse;
  • mancanza di respiro;
  • formazione di piccoli ascessi.

Trattamento. L’infezione, penetrando nel corpo del coniglio, porta allo sviluppo di anticorpi che proteggono l’animale dalla tularemia per tutta la vita. I metodi di trattamento per oggi non sono sviluppati.

fasciolasis

La Fascioliasi può verificarsi se i conigli sono nutriti con acqua proveniente da corpi idrici naturali o nutriti con erba che cresce in luoghi in cui il mollusco spawner è un piccolo serpente di stagno.

Piccolo prudovik - agente causativo di fascioliasiSintomi. La malattia può essere riconosciuta da segni quali palpitazioni cardiache, temperatura corporea elevata, edema della palpebra, ittero degli occhi e della bocca delle mucose, aspetto malsano del mantello.

Trattamento. Per curare il coniglio, ha iniettato una sonda 1-2 ml di tetracloruro di carbonio.

cisticercosi

La cisticercosi è più comunemente causata da conigli fino a tre mesi. Se il tempo non viene preso, la morte può verificarsi nel sesto giorno della malattia.

sintomi:

  • mancanza di appetito;
  • apatia, letargia;
  • diarrea;
  • perdita di peso;
  • ittero delle membrane mucose.

Trattamento. Ai fini della profilassi, il “granulato di Mebenvet” (10%) viene somministrato all’alimentazione del polpaccio di coniglio. Trattato con farmaci omeopatici e omotossicologici.

Una corretta alimentazione, pulizia, controlli regolari e misure preventive per prevenire le malattie dovrebbero diventare una condizione indispensabile per la cura dei conigli. Solo così puoi allevare animali sani e forti con pelli di qualità e carne saporita.