Rabarbaro, le regole della crescita e della raccolta

rabarbaro
Rabarbaro – pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia Polygonaceae, con un potente rizoma e foglie grandi, che si trova su piccioli di spessore e lungo termine. Piccioli crescono ad una lunghezza di 80 cm e uno spessore di 4 cm, il peso può essere fino a 1 kg. In questo articolo parleremo delle regole di coltivazione e raccolta del raccolto rabarbaro.

Le migliori varietà di gambi commestibili

La coltivazione del rabarbaro sul sito non è limitata a un solo tipo di questa pianta. Quando si sceglie una varietà, è necessario prestare attenzione ai termini di maturazione e colorazione. I peperoncini verdi sono usati per preparare purea, zuppa e rosso quando si cuociono gelatina e composta.

Lo sai? Secondo i dati salvati, datato 2700 gg. AC, i guaritori dell’Antica Cina consideravano la pianta una guarigione al rabarbaro. La radice essiccata del rabarbaro veniva usata come un organismo antipiretico, lassativo e purificante.

Le più famose sono le varietà:

    Rabarbaro Victoria

  • “Victoria” – Varietà precoce di maturazione e resa. La lunghezza dei pezioli è leggermente superiore a 60 cm. Lo svantaggio di questa varietà è la fioritura abbondante. Vantaggio – eccellenti qualità gustative di questo tipo di rabarbaro, che rende il suo uso universale.
  • “Zaryanka” – Varietà a maturazione precoce (prima raccolta dopo 30 giorni dalla ricrescita primaverile). Lunghezza dei pezioli da 30 a 44 cm Questa varietà di rabarbaro ha una capacità media di formazione di germogli.
  • “Ob” – varietà medio-precoce (raccolta 60-69 giorni dopo l’emergenza). La lunghezza dei pezioli è di 22-23 cm Questa varietà è resistente al freddo, ma non tollera la siccità.
  • “Testardo” – Varietà a maturazione precoce (raccolta attraverso 41-44 giorni dalla ricrescita primaverile). La lunghezza dei picciuoli è di 49-55 cm, questa varietà non è soggetta ad abbondanti fioriture.

Condizioni climatiche per il rabarbaro

Rabarbaro vegetale – diverse condizioni climatiche (freddo, siccità), senza pretese e ben tollerate, può crescere all’ombra, ha resistenza ai parassiti e alle malattie.

Importante! In un punto il rabarbaro cresce molto a lungo e produce 15 o più anni.

rabarbaro
Il rabarbaro ha un sistema radicale potente e ramificato (che penetra in profondità nel terreno fino a 2,5 m). Per l’inverno, è meglio coprire il rabarbaro con compost o il letame. L’apparato radicale del rabarbaro ha un grande apporto di sostanze nutritive, che assicurano una rapida crescita delle foglie dopo la caduta della neve.

Come piantare correttamente il rabarbaro

Puoi piantare il rabarbaro in giardino usando due metodi: vegetativo (trapiantando e dividendo i cespugli di rabarbaro in primavera) e semi (attraverso le piantine).

Lo sai? Ai vecchi tempi, le gemme di rabarbaro erano considerate una prelibatezza, e nell’Asia settentrionale sono ancora mangiate oggi. La patria del rabarbaro giardino è considerata la Cina antica, i primi documenti risalenti al 27 ° secolo. BC (voci negli erboristi).

Coltivazione dai semi

Coltivazione dai semi
Molti agronomi principianti si chiedono: “Come piantare il rabarbaro dai semi?”. Per cominciare, è necessario immergere i semi nell’acqua prima del gonfiore, quindi germinarli sotto garza umida o tela da imballaggio. Quando i germogli bianchi (1-2 mm di lunghezza) passano attraverso i semi, i semi devono essere essiccati alla fluidità e quindi seminati.

La semina deve essere fatta alla fine di aprile – inizio maggio in modo fila (la distanza tra le file è di 25 cm). I semi vengono posti ad una profondità di 2-3 cm. Quando i germogli crescono 1-2 foglie, sono diluiti (lasciare il rabarbaro in file ad una distanza di 20 cm). In futuro, le piantine di rabarbaro in crescita vengono diserbate, allentate, fertilizzate e annaffiate.

Entro l’autunno, le piantine crescono fino a 20-30 cm e hanno 3-4 volantini ben sviluppati. Svernare le piantine di rabarbaro all’inizio della primavera dovrebbe essere scavato per la semina. Radici o segmenti di rizomi con gemme (appena toccati dalla crescita) vengono piantati nei fori usando una pala (a una distanza di 100-80 cm o 100 a 100 cm). Alla piantagione in ritardo, le foglie della pianta (fortemente sviluppate) devono essere rimosse. Durante la semina, la radice di rabarbaro viene pressata strettamente con il terreno, e il rene è coperto dal terreno non più di 1-2 cm (se il terreno non è sufficientemente umido, viene annaffiato durante la semina).
Fasi di crescita del rabarbaro

Metodo vegetativo

A volte, all’inizio gli agronomi fanno un’altra domanda: “Come far crescere una pianta in modo vegetativo?”. Con questo metodo di riproduzione, i cespugli di rabarbaro vengono scavati all’inizio della primavera. Il loro apparato radicale è diviso da un coltello in parti (ogni parte dovrebbe avere da 1 a 2 germogli di crescita con una radice). Da un sistema di radici si ottengono 5-10 radici di impianto. I sistemi di radici divisi dovrebbero essere immediatamente piantati.

Cura del rabarbaro: alimentazione, irrigazione, diserbo e trapianto

La cura del rabarbaro prevede il diserbo, l’irrigazione, l’allentamento delle file e la rimozione delle frecce dei fiori, così come la fertilizzazione e il trapianto. Una volta una stagione, il rabarbaro deve essere fertilizzato (composti minerali e organici). Quando i boccioli di fiori appaiono sul rabarbaro, devono anche essere rimossi (i peduncoli tirano fuori tutti i nutrienti e utili dalla pianta). In autunno è necessario rimuovere tutte le piante di rabarbaro con piccioli sottili e corti deboli, e in quelli sani – per tagliare praticamente tutta la parte vegetativa.

Trapiantare il rabarbaro è difficile, a causa del sistema di radici altamente sviluppato e delle grandi dimensioni della boscaglia. È preferibile farlo all’inizio della primavera, mentre la parte fuori terra non cresce. Ma è meglio, tuttavia, propagare vegetativamente il sistema di radici del rabarbaro.

Regole di raccolta

raccolta
Il rabarbaro da raccolta è necessario iniziare per il secondo anno (se la semina è stata effettuata vegetativamente) o per il terzo anno (se la semina è stata effettuata attraverso i semi). Quando le radichette raggiungono una lunghezza di 25-30 cm, possono essere tagliate (per la prima volta 3-4 fogli). Ogni 10-12 giorni puoi tagliare più foglie (ma sulla pianta dopo il taglio dovrebbero esserci 3-4 foglie). Nella maggior parte dei casi, il rabarbaro viene tagliato 3-4 volte.

Importante! Durante la raccolta, le foglie con i piccioli devono essere rotte (tagliate – non raccomandato). Per la pianta non è esaurito, è necessario lasciare una parte delle foglie sulla pianta, che vengono rimossi in autunno.

Conservare il rabarbaro (fascio di pacchetti in un sacchetto) in un luogo fresco o in frigorifero.
Quindi, ora sai come coltivare correttamente un rabarbaro e come prendertene cura. Ricorda, i pezioli di rabarbaro Essi comprendono acidi organici (malico, succinico, ossalico, acido citrico) e sali minerali (calcio, fosforo, ferro, potassio), e la radice e foglie – velenosi.