Rotazione delle colture orticole: cosa piantare, come pianificare correttamente le colture

Rotazione delle colture
Ogni residente estivo sa bene che se, per diversi anni consecutivi, piantano le stesse colture nello stesso posto, anche con condizioni di cura apparentemente identiche, diventano ogni anno sempre più fragili e peggiorano sempre di più. Questo fenomeno è causato dall’esaurimento del suolo, che a sua volta è dovuto a una serie di fattori.

L’importanza di una buona pianificazione delle colture

Primo: nel terreno si accumulano organismi patogeni e tutti i tipi di parassiti. Ad esempio, le patate sono noti per essere un piacere preferito Coleotteri colorado Se la piantagione di questa coltura non cambia la sua posizione per diversi anni, il parassita non ha bisogno di migrare in cerca di cibo – dopo l’inverno, si trova immediatamente in condizioni favorevoli per se stesso e inizia immediatamente a distruggere la pianta. Oltre allo scarabeo della patata del Colorado, le piantine di patate contribuiscono all’accumulo nel suolo di agenti patogeni di peronospora, così come larve di coleotteri e tignola.

Con altre culture, la situazione si sviluppa secondo lo stesso schema. In un sito con la stessa coltura, il numero di parassiti aumenta di anno in anno, che sono pericolosi per lei e, di conseguenza, resistere a una tale invasione della pianta sarà sempre più difficile e complicata. Particolarmente colpiti da questo fattore cavolo, pomodori, cetrioli, sedano, fagioli, insalata.
Rotazione delle colture
Il secondo è un aumento della concentrazione di sostanze nocive rilasciate dalle radici di una cultura (le cosiddette coline) e che sono tossiche per la cultura stessa. Alcune piante sono molto sensibili agli effetti di tali veleni (come barbabietole e spinaci), altri sono più resistenti (carote, zucca, ravanelli, prezzemolo), quasi un terzo non rispondono Colin (fagioli, porri, mais). Inoltre, diverse piante producono quantità diverse di tali sostanze nocive, ad esempio, soprattutto molte nel terreno dopo cetrioli, carote e cavoli.

Il terzo è l’esaurimento delle sostanze nutritive nel suolo. Ogni cultura ha il suo insieme di nutrienti necessari per il normale sviluppo. È chiaro che è la loro pianta che cercherà di estrarre dal terreno. Ad esempio, se il cavolo ha bisogno di molto potassio, dopo il suo sbarco questo elemento nel terreno rimarrà sempre meno, mentre, ad esempio, dopo il rafano, le riserve di potassio non si esauriscono meno rapidamente.

Rotazione delle colture
È facile capire che è possibile correggere la situazione alternando correttamente le colture piantate sul sito di anno in anno. Questa procedura è chiamata rotazione delle colture e rappresenta un’intera scienza. Tuttavia, se non c’è tempo per affrontare un allenamento teorico complesso, è sufficiente imparare alcune regole di base e il raccolto sul tuo sito sarà sempre altrettanto abbondante.

Regola numero 1

Uno dopo l’altro non si dovrebbe piantare la stessa cultura per diversi anni consecutivi, ma anche parenti stretti (rappresentanti della stessa specie), poiché di solito hanno parassiti comuni, rispondono allo stesso modo alle tossine e consumano gli stessi oligoelementi.

Regola n. 2

Il periodo medio durante il quale il terreno deve riposare dopo una certa cultura è di due anni (un anno di solito non è sufficiente per il completo recupero), ma per alcune piante questo periodo è molto più lungo. Quindi, carote, cetrioli, prezzemolo, barbabietole non dovrebbero tornare al loro posto originale per almeno 4 anni, e per i cavoli è meglio sopportare tutti i 7 anni! Questi periodi possono essere aumentati, ma non è consigliabile ridurre.

Regola n. 3

legumi
Le piante hanno la proprietà non solo di consumare microelementi dal suolo, ma anche di arricchirlo con alcune sostanze e proprietà utili. pertanto la corretta alternanza delle colture può consentire non solo di preservare gli elementi particolarmente necessari per la pianta, ma anche di migliorare la composizione e la struttura del suolo senza ulteriori procedure. Ad esempio, i legumi allentano il terreno e lo arricchiscono con molti minerali. Melone e grano saraceno saturano il terreno con calcio, erba cipollina – fosforo, tabacco – potassio, ortica dioica – ferro. Conoscendo queste semplici regole e tenendo conto della necessità di diversi tipi di colture in alcuni micronutrienti, è facile pianificare le colture per diversi anni a venire. A proposito, queste proprietà di queste colture possono essere utilizzate in modo più completo posandole nel compost dopo la raccolta.

La stessa regola si applica ai parassiti. Ci sono culture che non sono solo resistenti a queste o ad altre malattie, ma anche a spaventare gli agenti patogeni. Ad esempio, gli afidi non tollerano piante come l’aglio o il tabacco. Il coleottero colorado ha paura del timo. Se tali infermieri vengono piantati dopo le piante esposte a questi parassiti, vi è una buona opportunità per espellerli dal sito, rilasciandolo per la semina negli anni successivi.

Regola n. 4

Il bisogno di piante nel cibo non è lo stesso. Non puoi piantare uno dopo l’altro troppo impegnativo per la composizione della cultura del suolo. È più appropriato dopo una tale coltura piantare fagioli su un letto o fare lo strato necessario di fertilizzanti.

Fertilizzanti organici
Pertanto, la corretta sequenza delle colture per evitare l’esaurimento unilaterale degli stessi elementi nel terreno, aumentando la concentrazione in essa di alcuni parassiti e batteri che causano malattie, così come il caricamento non uniforme sulla terra dello stesso apparato radicale della pianta.

Un altro motivo che rende necessaria la rotazione delle colture sul sito è il controllo delle infestanti. Ci sono piante sensibili a questo quartiere (ad esempio, aglio, cipolle, carote, prezzemolo, pastinaca), dovrebbero essere piantate dopo quelle colture che lasciano dietro una quantità minima di erba infestante. Tali piante includono pomodori, piselli, patate, cavoli.

Che poi piantare

Così, abbiamo scoperto che l’alternanza delle colture è un metodo indispensabile ed economico, che consente di preservare la fertilità del suolo e garantire un rendimento uniformemente elevato. Ma dal momento che la necessità di culture diverse in oligoelementi, fertilizzanti e altre condizioni è diversa, la conoscenza di regole e principi generali non sempre consente di determinare correttamente quali piante in quale sequenza si alternano sul loro sito.

Lo sai? Esistono due semplici regole per pianificare gli sbarchi. Innanzitutto, non dovremmo alternare rappresentanti della stessa famiglia. Ad esempio, sia i pomodori che le patate sono le solanacee; e carote e aneto: è un ombrello. In secondo luogo, l’alternanza tra di loro segue le piante, in cui si mangia la parte superiore, con quelle in cui la radice è preziosa (“cime e radici”). Dobbiamo capire che questa è una regola abbastanza primitiva e dovrebbe essere usata solo se non sono state trovate informazioni più accurate per un motivo o per un altro.

Colture vegetali
Ciò che viene poi piantato nei letti, è possibile imparare dalle numerose tabelle sviluppate da agronomi e dilettanti. Per coloro che non vogliono studiare teoria e sono alla ricerca di risposte semplici a domande su colture specifiche – di seguito sono riportati alcuni suggerimenti su quali verdure possono essere piantate dopo cosa.

Cosa posso piantare dopo il cavolo?

Il cavolo è suscettibile ad una varietà di parassiti e malattie, quindi quando rispondi alla domanda su cosa piantare dopo il cavolo per l’anno successivo, ogni giardiniere dirà con fiducia: solo cavolo, anche se riguarda altre specie! Questa è l’opzione peggiore che si possa immaginare, ma se non ce n’è un’altra, il terreno deve essere ben fertilizzato con compost.

Il cavolo come precursore non è adatto per colture come ravanello, rutabaga e rapa, poiché queste piante sono il cibo preferito dagli stessi parassiti.

È ideale per far cadere cipolla o aglio dopo il cavolo. Sono permesse anche carote, sedano, patate, barbabietole, cetrioli, pomodori. Con queste verdure, il cavolo, inoltre, coesiste bene nel vicinato, poiché in questo caso è meno danneggiato da malattie e insetti dannosi. Ma accanto ai pomodori, fagioli, prezzemolo e pomodori cavolo, al contrario, non piantare.
cavolo
I buoni predecessori del cavolo sono patate, ravanelli, cetrioli, carote, piselli, cipolle, aglio e erbe annuali.

Cosa piantare dopo l’aglio

Aglio, così come cipolle, non è consigliato piantare a lungo nello stesso luogo, e si alternano tra loro. Quello che può essere piantato dopo l’aglio nel giardino è la patata, specialmente la maturazione precoce. L’opzione accettabile è anche pomodori, cetrioli, fagioli, barbabietole o cavoli.

Ma è meglio piantare erbe annuali dopo l’aglio e le cipolle, che sono destinati a ripristinare il terreno per un uso successivo, ricostituire la sua riserva minerale e distruggere le erbacce. Con questo ruolo può far fronte con senape, phacelia, alcune varietà di piselli verdi, segale, stupro.

Cosa piantare dopo i cetrioli

cocomeri
I cetrioli sono esigenti sulla composizione del terreno molto più di molte altre colture. Il terreno prima della loro semina è di solito particolarmente fertilizzato con cura con la medicazione sia biologica che minerale. Ne consegue che piantare cetrioli per l’anno successivo dovrebbe essere seguito da qualcosa di meno fastidioso. Ad esempio, il cavolo, che ha anche bisogno di terreno fertile, non è assolutamente adatto a questi scopi. Sentirsi bene nel sito dove crescevano i cetrioli, varie radici: barbabietola, ravanello, rapa, carote, prezzemolo, sedano. Al fine di migliorare la composizione del terreno dopo il cetriolo, i legumi possono essere piantati e solo allora utilizzare altre colture vegetali, come cipolle, patate, pomodori, mais, insalata.

Importante! Il suolo è fertile non solo per la presenza in esso di un certo insieme di microelementi. Una condizione necessaria è anche la creazione di un complesso naturale di tutti i tipi di microrganismi e vari tipi di sostanze organiche. Pertanto, un grande errore è bytuyuschaya tra camionisti fiducia che il ripristino del suolo impoverito può essere scaricato sconsideratamente sul letto di un secchio di compost e annaffiare superiore acquistato presso i fertilizzanti minerali complessi supermercato locale.

Cosa piantare dopo le fragole

Le fragole hanno la capacità di impoverire molto il terreno, quindi subito dopo il suo trapianto (e farlo meglio ogni quattro anni) il letto del giardino in cui è cresciuto deve essere attentamente integrato con fertilizzanti minerali e organici. Fallo meglio dall’autunno, scavando bene il terreno dopo aver aggiunto gli additivi.

Soprattutto un sacco di fragola consuma azoto, quindi è meglio dopo di esso piantare fagioli, piselli e altri legumi – essi, come detto, arricchiscono il terreno con questo elemento.

fragole
Le proprietà antimicotiche e fitonali dell’aglio ne fanno un buon aiuto per la pulizia del terreno di parassiti che rimangono in esso dopo le fragole. Contemporaneamente con l’aglio, puoi anche piantare prezzemolo, sedano e altre verdure profumate per allontanare lumache dal giardino.

In realtà, le opzioni per piantare l’anno successivo dopo le fragole sono limitate. Ma dopo i raccolti di cui sopra, puoi piantare qualsiasi verdura – cetrioli, pomodori, zucchine, zucca, ecc.

Importante! Lamponi e fragole non dovrebbero alternarsi tra loro, dal momento che queste piante hanno parassiti simili.

È bene organizzare un giardino fiorito sul sito dell’ex giardino delle fragole. Peonie perenni, narcisi, tulipani e viole aiuteranno il terreno a riprendersi dopo le bacche impoverite.

Cosa piantare dopo le patate

Le patate, a differenza delle fragole, consumano molto potassio e fosforo, quindi il terreno dopo la raccolta dei tuberi è privo di questi elementi. Riempire la perdita può essere fertilizzanti minerali, e puoi piantare erbe annuali che generano il potassio e il fosforo dopo se stessi. Questo ruolo può essere svolto da erba cipollina, senape, avena, piselli, colza, phacelia.

patate
Se non c’è modo di liberare completamente il sito dopo le patate per un anno intero, è possibile atterrare su di esso una zucca. Altre colture richiedono l’applicazione preliminare di fertilizzanti minerali per ripristinare la fertilità nel terreno. Tuttavia, come accennato in precedenza, pomodori, melanzane e altre colture di belladonna non possono essere piantati dopo le patate. Lo stesso vale per il pepe.

I predecessori delle patate producono con successo la stessa zucca, zucchine, cetrioli, cavoli, cipolle.

Cosa piantare dopo i pomodori

Abbiamo deciso che dopo i pomodori non è possibile piantare melanzane, patate e peperoni. Come con altre colture, Dopo i pomodori, è ideale per piantare le annuali che riempiono il terreno con elementi mancanti. Se non c’è possibilità per un tale lusso, non importa! Piselli, fagioli e altri legumi aiutano a rimediare alla mancanza di azoto nel terreno, cavolo è anche una buona idea per sentire in giardino, dove si coltivano pomodori, come parassiti in queste culture sono diverse. Non ci sono controindicazioni per cetrioli, zucchine, zucca, carote, barbabietole, insalata verde, cipolla, aglio. Inoltre, pomodori – questo è un po ‘, dopo di che puoi piantare carote.

Cosa piantare dopo le barbabietole

barbabietola
La scelta di ciò che può essere piantato dopo la barbabietola per il prossimo anno è abbastanza grande. Patate, pomodori e altri grassi nightshade sono adatti a questi scopi, ma prima di piantare il terreno deve essere fertilizzato correttamente con humus o torba. Puoi anche piantare aglio e cipolle. Una buona opzione è la carota. A proposito, i predecessori di carote nel giardino, ad eccezione delle barbabietole e dei pomodori sopra menzionati, sono anche cetrioli, cipolle, aglio e cavoli.

Le suddette culture funzionano in ordine inverso, cioè rispetto al fatto, dopo di che è meglio piantare barbabietole. Alla lista in questa lista, puoi aggiungere cavoli, cetrioli, zucca, zucca, legumi, lattuga, verdure – prezzemolo, aneto, sedano.

Cosa può essere piantato dopo il pepe

Il sistema radicale di peperone dolce si trova negli strati superiori del terreno, quindi dopo è meglio piantare colture con radici più profonde. Può essere coltivato a radice (ravanello, ravanello, barbabietola, carota), eccetto patate, cipolle, aglio, cetrioli, fagioli e verdure.

Non puoi piantare dopo i peperoni tutte le colture della famiglia delle Solanacee.
Il peperone dolce può essere piantato dopo piselli, zucchine, zucche, cavoli, barbabietole, sedano.

Cosa può essere piantato dopo i piselli

I piselli, come detto sopra, sono un buon predecessore per così tante culture. Pertanto, la capacità di questa pianta arricchire il terreno con azoto è effetto particolarmente benefico sul rendimento di patate, pomodori, melanzane, peperoni, barbabietole, carote, ravanelli, cetrioli, zucchine, zucca, zucche, meloni, così come i vari tipi di cavolo.

piselli
Tuttavia, i piselli hanno una caratteristica spiacevole: è molto suscettibile alle malattie fungine e al marciume radicale, specialmente in condizioni di elevata umidità. Pertanto, se nel sito vi fosse una coltura, colpita da un tale disturbo, questo posto non dovrebbe essere piantato con piselli o altri legumi l’anno prossimo. Le contese di tali malattie possono persistere nel terreno per 5-6 anni, quindi l’intero periodo dei letti è usato al meglio per le malattie meno sensibili a queste malattie.

Cosa poi piantare: tavolo dei precursori delle colture orticole alla piantagione

Per quanto riguarda i predecessori desiderabili e indesiderabili di specifiche colture orticole, vi è un’enorme quantità di regole generali e specifiche, riassunte per chiarezza nelle varie tabelle. Con loro è possibile controllare ogni volta quando si pianificano le rotazioni appropriate.

Ad esempio, è possibile raggruppare le regole di rotazione delle colture come segue:

cultura

Un buon predecessore

Possibile predecessore

Cattivo predecessore

patate

Legumi, cetrioli, cavoli

Carote, barbabietole, cipolle

Nightshade (pomodori, melanzane, peperoni)

Aglio, cipolla

Patate, carote, legumi, cetrioli

Cavolo, pomodori, barbabietole

Cipolla, aglio, pepe, physalis

pomodori

Cavolo (soprattutto colorato), carote, cipolle, cetrioli, verdure

barbabietola

Qualsiasi solanaceo, physalis

Zucca (cetrioli, zucchine, zucca, zucca)

Fagioli, belladonna (patate, pomodori), cavoli, cipolle

Barbabietole, verdi

Qualsiasi zucca

Fagioli (piselli, fagioli, fagioli)

Fragole, cetrioli, patate, cavoli,

pomodori

Erbe perenni

carote

Cipolla, cetriolo

Ravanello, barbabietole, cavoli

verdura

Cavolo, cetrioli

Fagioli, patate, pomodori, cipolle

Carote, pastinache, sedano

melanzana

Legumi, rape, rutabaga, cetrioli, cavoli, cipolle, meloni e zucche

barbabietola

solano

pepe

Rapa, carote, cetrioli, cavoli, rutabaga, fagioli,

Cipolle, aglio

Nightshade, zucca

barbabietola

Patate, cetrioli, cipolle

Fagioli, pomodori

carote

cavolo

Legumi, nightshade, cipolle, aglio

Insalata, mais

Zucca, rutabaga, carota, rapa, ravanello, rapa

Tuttavia, determinare correttamente i predecessori di verdure quando piantare aiuterà non solo le tabelle, ma anche saldamente controllato le regole.

Importante! Categoricamente i cattivi predecessori sono: barbabietola, ravanello, rapa e ravanello per cavolo (e viceversa); carote, pomodori e cavoli – per cipolle, fagioli – per carote e cetrioli, carote per cetrioli e barbabietole.

Ma poi puoi piantare carote e altre radici, quindi è dopo l’aglio o le cipolle. Inoltre, le piantagioni crescono bene dopo il verde e viceversa.

Culture vicine

Oltre a rispondere alla domanda su cosa piantare in seguito, è altrettanto importante sapere con chi piantare, cioè quali colture possono e quali non possono essere piantate in seguito. Il fatto è che le piante esercitano influenza l’una sull’altra, che può essere sia positiva che negativa. Conoscendo le regole di base, puoi evitare errori e risolvere molti problemi che impediscono un raccolto stabile.

Ad esempio, come accennato in precedenza, il sistema di radici delle piante rilascia sostanze tossiche che proteggono le colture da malattie e parassiti. In questo caso, tali veleni possono danneggiare le piante vicine e, al contrario, possono fornire loro una protezione aggiuntiva. Quindi, i colins, assegnati con senape, hanno un effetto benefico su piselli, carote e aglio, ma mal tollerati dai cavoli. Conoscendo questa caratteristica, è facile determinare con che cosa è possibile piantare i piselli e non piantare cavoli.

Quali colture dovrebbero essere piantate nella porta accanto?

Pertanto, la semina congiunta è una regola importante per la rotazione delle colture, che consente di utilizzare in modo ottimale lo spazio limitato del sito e anche di migliorare i raccolti.
Buoni vicini
Ad esempio, patate e fagioli sono vicini meravigliosi. La protegge da un parassita come un granello, e lei reintegra il suo bisogno di azoto e scoraggia lo scarabeo del Colorado. Oltre ai fagioli, patate, mais, spinaci, melanzane, rafano, carote, ravanelli, aneto, lattuga sono utili vicino alle patate. Tutte queste piante hanno un effetto benefico sul raccolto di patate, eliminando l’umidità in eccesso dal terreno. Un arco e un aglio, piantati nelle vicinanze, proteggono la patata dalla piaga.

A proposito, l’aglio ha un effetto benefico su molte colture, quindi le opzioni con cui piantarlo sono sufficienti. I classici sono fragole, poiché queste piante sono ugualmente utili l’una per l’altra: l’aglio protegge le fragole capricciose da malattie e parassiti e la bacca contribuisce alla formazione di più chiodi di garofano nell’aglio. Lo stesso effetto sulla pianta è fornito dagli enzimi rilasciati dalle carote: sotto la loro influenza, il bulbo d’aglio diventa più grande.

Lo sai? Se pianti un certo numero di aglio e rafano, la quantità di vitamina C aumenta in entrambi e l’altra.

Da varie malattie e parassiti (afidi, grillo talpa, rinforzo) aglio salvare non solo le verdure, come pomodori, bietole, cetrioli, carote, ma anche fiori – gladioli, garofani, rose, ecc E qui l’aglio dal pericolo .. per lui le mosche della cipolla possono salvare calendula e cicoria.

Aneto e mais: questo è ciò che puoi piantare vicino ai cetrioli, le carote vanno d’accordo con i piselli, i piselli stessi – con patate, pomodori e melanzane. I meloni dovrebbero essere piantati separatamente.

Altre regole su cosa piantare sui letti, puoi immaginare sotto forma di tavolo:

cultura

Buoni vicini

Cattivi vicini

fagioli

cetrioli, patate, cavoli, lattuga, ravanelli, barbabietole, pomodori, melanzane, meloni e zucche

piselli, aglio, cipolle

piselli

cavolo, lattuga, carota, ravanello

fagioli, patate, aglio, cipolle, pomodori

fragola

aglio, cipolla, lattuga, ravanello

cocomeri

fagioli, aglio, cavolo, lattuga, sedano, cipolle, verdure

pomodori, ravanelli, patate, zucchine

patate

fagioli, cipolle, aglio, cavoli, melanzane, rafano, carote, aneto, insalata

pomodori, piselli, girasole

cavolo

piselli, cetrioli, patate, insalata, ravanello, barbabietole

aglio, cipolla, pomodori

barbabietola

cetriolo, lattuga

cipolla, cavolo

pomodori

aglio, cavolo, lattuga, porri

piselli, cetrioli, patate

cipolle

fragole, cetrioli, lattuga, carote, barbabietole

fagioli, cavoli, pomodori

pepe

cetriolo, cavolo rapa

pomodori, legumi

zucchini

fagioli, barbabietole, cipolle

cocomeri

“I vicini-nemici”

Come si può vedere dalla tabella sopra, oltre a un quartiere di successo, c’è anche un quartiere estremamente indesiderabile. Di norma, le piante vengono “fuse” a causa dell’incompatibilità delle sostanze che espellono. Ad esempio, la noce nera ha un effetto deprimente sulla maggior parte delle verdure a causa dello Yuglon assegnato. Le verdure non sono buone e l’assenzio al vicinato. Se successivamente vengono piantati un numero di fagioli e cipolle, entrambi si svilupperanno male. Con il finocchio, letteralmente tutte le culture sono depresse, quindi questa pianta dovrebbe essere piantata separatamente dagli altri. Anche patate e cetrioli, pomodori e fragole sono scarsamente compatibili.
Cattivi vicini
Melanzane e pomodori non amano il vicinato di altre solanacee, peperoni e barbabietole, cavoli e fragole non coesistono fianco a fianco.

Lo sai? È interessante notare che una tale bella e amata da tutte le conifere, come l’abete rosso, ha un effetto negativo su quasi tutti gli alberi, e questo effetto persiste decenni dopo che l’abete stesso è stato abbattuto.

A volte capita che le piante abbiano effetti diversi l’una sull’altra, a seconda del loro numero. Quello che viene chiamato, in un cucchiaio, una medicina e in una tazza – un veleno. In questo caso, è possibile disporre il vicinato di tale coltura in piccole quantità, ad esempio lungo il bordo del letto. Ad esempio, un tale esperimento può essere eseguito con valeriana, achillea o ortica, piantandoli in piccoli gruppi vicino alle verdure.

Pertanto, è importante per qualsiasi giardiniere di verdure sapere cosa piantare e come pianificare correttamente le colture quando la semina è un modo per proteggere il suolo dall’esaurimento e aiutare le piante a sostenersi a vicenda in modo naturale per una crescita e uno sviluppo migliori.