Scegliere il momento migliore per trapiantare i tulipani

tulipani
Tulipano: questa è una delle prime gioie primaverili del giardiniere. La loro fioritura segna la fine dell’inverno, il sole e il vento caldo. Ma per far sì che questi fiori ti soddisfino ogni primavera, non hanno bisogno di un’attenzione molto attenta, ma regolare. Quando e come meglio ripiantare tulipani: primavera o in autunno, prima o dopo la fioritura – queste sono le domande che hanno bisogno di conoscere la risposta per un bel letto di fiori di primavera.

motivi

Tulipani – perenni, ma se coltivate in un posto per 3-4 anni, cominciano a degenerare: fiore annullati o fiori sono piccoli, di forma irregolare.

Importante! Soprattutto si manifestano i sintomi della degenerazione purosangue varietà, devono essere trapiantati ogni anno per preservare tutte le caratteristiche varietali.

Ci sono diverse ragioni per i trapianti regolari:

  • esaurimento e acidificazione del suolo, in questo caso è possibile cambiare regolarmente il terreno, senza modificare la posizione del pianerottolo;
  • crescita attiva delle piante, in cui hanno poco spazio, luce e sostanze nutritive per una crescita normale;
  • controllo di malattie o parassiti;
  • desiderio o necessità di propagare fiori.

tulipani

Quando è meglio?

I tulipani possono essere trapiantati in primavera e in autunno. La seconda opzione è preferibile. Ma in nessun caso non è possibile trapiantare i tulipani durante la fioritura, con un’alta probabilità di una pianta tale stress non sopravvivrà.

Tra i fiori primaverili più popolari per l’aiuola troviamo il croco, il gallo cedrone, il giacinto, la primula, l’anemone, il bucaneve.

Caratteristiche del trapianto di primavera

I giardinieri non raccomandano il trapianto in primavera: la lampadina avrà poco tempo per sistemarsi. La risposta alla domanda, se sia possibile trapiantare i tulipani in primavera prima dell’inizio del calore costante e sperare nella loro fioritura è semplice. Ci sono alcuni trucchi che permetteranno questo:

  • il bulbo non viene rimosso da terra per non danneggiare le radici troppo cresciute, ma scavare con una zolla di terra e trasferirlo in un nuovo luogo; bulbi
  • nella seconda forma di realizzazione, i bulbi vengono scavati e preparate per il trapianto in estate e in inverno piantate in un grande plastica o di metallo (profondità non inferiore a 15 cm), quando un germi molla direttamente nel contenitore messo su un luogo scelto. bulbi
Lo sai? I tulipani coltivati ​​iniziarono in Persia presumibilmente dal IX secolo. E furono portati in Europa dai mercanti portoghesi nel 16 ° secolo.

Se possibile, è meglio fare un trapianto in autunno, sarà molto meno stress per la pianta e la probabilità di successo aumenterà in modo significativo.

Trapianto autunnale

L’autunno è il momento in cui puoi trapiantare i tulipani da un posto all’altro con il minimo rischio di danneggiare le piante.

Ottimale condurre trapianto 3-4 settimane prima della prima gelata, allora la lampadina non avrà il tempo di germinare, ma avrà tempo di prendere ben radici e sarà pronta per l’inverno.

Per la fascia media, questa volta corrisponde al periodo che va dalla seconda decade di settembre alla prima decade di ottobre e, per le regioni meridionali, alla fine di ottobre. Alle latitudini settentrionali è meglio non rischiare e trasferirsi all’inizio di settembre.
Trapianto di tulipani

Importante! Il terreno a una profondità di 10-12 cm durante il trapianto di un tulipano dovrebbe avere una temperatura di 8-12°S.

Il miglior terreno e posto per i tulipani

I tulipani preferiscono un terreno neutro o leggermente alcalino, ben permeabile. Resiste bene a una piccola siccità, ma mal tollerano l’eccessiva umidità (aumenta la probabilità di putrefazione di bulbi e malattie fungine).

Con una mancanza di luce, gli steli sono deformati e allungati. Pertanto, il miglior tulipano si sentirà in un luogo ben illuminato, silenzioso, chiuso dalle correnti d’aria. Se non c’è modo di rimuovere l’umidità in eccesso dal sito, vale la pena fare un’aiuola alta.

Quando si prepara un luogo, è necessario fertilizzare il terreno. Per questo si adattano concime bene decomposto, cenere di legno, compost, fertilizzanti (nitrati, urea, nitro o ammophoska).

La composizione e la quantità di fertilizzanti applicati dipendono dalla fertilità iniziale e dall’acidità del suolo.
Terreno per tulipani

Regole di trapianto

La preparazione per il trapianto inizia con la raccolta dei bulbi. Vengono scavati dopo che la fioritura è terminata completamente e le foglie del tulipano iniziano a ingiallire. Le lampadine estratte ordinano – scarta vecchie, ammalate e difettose.

Quindi vengono accuratamente lavati e asciugati in un luogo caldo e ben ventilato senza accesso alla luce solare (l’ultravioletto ha un effetto negativo sui bulbi).

La temperatura non deve essere superiore a 30 ° С (ottimale da 20 ° С a 24 ° С) e umidità non superiore al 70%. L’asciugatura dura circa 1 mese. Con le lampadine essiccate, rimuovere con attenzione le squame e i resti di radichette.

Se è troppo presto per piantare, puoi conservarli in un luogo fresco e asciutto per diversi mesi.

Lo sai? Nome del fiore tulipano ha radici persiane. In una parola toliban I persiani chiamavano il tessuto usato nella fabbricazione di turbanti.

Immediatamente prima di piantare le cipolle vengono trattate con una soluzione debole di permanganato di potassio o infuso di aglio per la protezione contro i parassiti e la disinfezione. Quindi vengono piantati in terreno preparato a una distanza di almeno 10 cm l’uno dall’altro, in pozzi la cui profondità è circa tre volte il diametro del bulbo. I buchi sono coperti di terra, il luogo di semina è livellato con rastrelli e inumidito.

Inoltre la cura per il giardino fiorito è un irrigazione periodica in assenza di pioggia e nutrire la sua pacciamatura (aghi di pino, segatura, fieno) per proteggerlo da gelate invernali.
tulipani
I tulipani sono poco impegnativi e senza pretese, raramente malati e esposti a attacchi di parassiti. Una piccola quantità di attenzione di cui hanno bisogno è un trapianto ogni 1-2 anni. La gioia dei primi “veri” fiori primaverili costa pochi problemi.