Summerhouse in policarbonato: vantaggi e svantaggi, come creare le proprie mani

Padiglione realizzato in policarbonato
In estate, spesso vuoi sederti all’aria aperta, guardare il libro o semplicemente ammirare la natura, per non interferire con il sole. Le tecnologie non si fermano e oggigiorno molti costruiscono case estive in policarbonato, un materiale che ha trovato applicazione in molte aree di attività. Oggi impareremo come costruire pergolato in policarbonato con le proprie mani, valuteremo tutti i pro e i contro e descriviamo in dettaglio le fasi di costruzione.

Vantaggi e svantaggi

Tutti i vantaggi e gli svantaggi sono direttamente collegati al materiale stesso: il policarbonato, che viene utilizzato da molti residenti estivi per la costruzione di serre e serre (piuttosto rare). Viene anche usato per creare una tettoia nelle fermate dei trasporti pubblici, così come in molti negozi.
Padiglione realizzato in policarbonato

Per prima cosa discutiamo tutti gli svantaggi di una tale struttura, per capire immediatamente se questo materiale è utile o meno.

  1. Il più importante meno policarbonato – trasferimento di calore. Sì, protegge dalla luce solare diretta e dall’ultravioletto, ma stando seduti in un tale gazebo, ti sentirai come in una sauna. Anche i fogli più spessi di materiale termoplastico lasceranno passare quasi tutto il calore, creando condizioni disagevoli per un lungo passatempo.
  2. Il policarbonato è molto sonoro. Durante la pioggia, sentirai l’impatto di ogni goccia sul tetto. Potresti avere l’impressione che l’edificio sia coperto da una banda stagnata o da qualche altro metallo che emette un suono forte. In quei momenti non puoi rilassarti e leggere un libro o chiacchierare con la famiglia per una tazza di tè.
  3. Bassa resistenza del materiale Molte risorse dedicate all’installazione di pergole in policarbonato ci dicono che è sufficiente coprire la costruzione con fogli di 4 mm e tutto andrà bene. Questa informazione è volutamente falsa, poiché in inverno un tetto simile non può sopportare nemmeno 15-20 cm di neve, per non parlare di grandine. Assegnando denaro al gazebo, si presume che non servirà un anno o due, il che significa che è necessario scegliere fogli più spessi di policarbonato (almeno 8 mm), che costeranno molto di più.

Padiglione realizzato in policarbonato

Lo sai? Il primo policarbonato fu inventato nel XIX secolo. Il processo per ottenere il materiale è stato descritto dal chimico tedesco Alfred Einhorn, che è anche considerato il creatore della novocaina.

Il policarbonato ha ancora più vantaggi, rispetto agli aspetti negativi, che ha portato al suo uso onnipresente.

  1. Policarbonato – materiale refrattario. Il punto di fusione del policarbonato è 125 ° C. Cioè, non devi preoccuparti del fatto che durante il picco di calore il tetto inizierà a deformarsi o fondersi.
  2. Plasticità e leggerezza del materiale. Il policarbonato in termini di plasticità può dare la possibilità a qualsiasi altro materiale che può essere utilizzato per creare un tetto della casa o un gazebo. E se si aggiunge a questo la varietà di variazioni di colore, si avrà una grande opzione per la creazione di un edificio davvero unico, la cui bellezza sarà spostata dai vicini.
  3. Durevolezza. Il termoplastico non si decompone sotto l’influenza di fattori esterni, il che significa che la sua durata è sufficientemente lunga. Naturalmente, col passare del tempo, i colori inizieranno a sbiadire e, possibilmente, appariranno delle deformazioni. Ma, nonostante questo, la vita di servizio di un simile tetto è di circa 10 anni.
  4. Facile da installare Poiché il materiale è di plastica e leggero, può essere facilmente installato e smontato. È possibile rimuovere il foglio di policarbonato in qualsiasi momento e sostituirlo. Questo ti porterà un paio d’ore e un minimo di spese.
  5. Resistenza alle basse temperature. Il termoplastico non teme nemmeno le gelate più forti, poiché la sua struttura implica la presenza di camere d’aria tra le lastre, che impediscono al materiale di congelarsi e rompersi.

Padiglione realizzato in policarbonato

Quindi, valutando tutti i pro e contro, possiamo concludere che il policarbonato – un materiale abbastanza conveniente per creare un tetto in un gazebo estivo. È duttile, ha una resistenza media, è resistente al calore e al forte freddo. Vale la pena notare che, per esempio, ardesia e legno hanno in qualche modo un ordine di grandezza più svantaggi, ma siamo abituati a loro e li usiamo ovunque.

Importante! La refrattarietà del policarbonato non riguarda il contatto diretto con il fuoco. Il policarbonato brucerà altrettanto bene quanto la plastica.

Varianti di pergole autocostruite in policarbonato

Dopo aver discusso gli aspetti positivi e negativi della termoplastica, considereremo le varianti di pergole che possono essere costruite con questo materiale plastico.

Aperto e Chiuso

Il più importante quando si sceglie una casa estiva – Determina il suo tipo e lo scopo diretto. Se vuoi una piccola pensilina da giardino in policarbonato, ti piacerà un tipo di struttura aperta. Se stai pianificando una costruzione più o meno capitale in cui puoi passare il tuo tempo in primavera o in autunno, senza paura del vento, della pioggia o di un calo di temperatura, allora è meglio pensare al tipo chiuso della struttura.

Iniziamo con capannone aperto. È un alto baldacchino, la cui funzione principale è la protezione dalla luce solare diretta. Una tale costruzione costa parecchie volte meno che completamente chiusa. È ben ventilato e non sarà caldo o soffocante. Tuttavia, la struttura non ti salva dalle zanzare, dalle correnti d’aria, ed è scomodo stare di notte.
Gazebo aperto realizzato in policarbonato

Tipo chiuso Un tale gazebo costerà parecchio, dal momento che dovrai pagare una quantità considerevole di materiali per pareti e, come opzione, una fondazione. La funzionalità di un gazebo chiuso è molte volte maggiore della tettoia aperta. Tuttavia, in una tale costruzione sarà molto calda di giorno e soffocante di notte. I vantaggi includono l’assenza di zanzare, protezione dalla pioggia, correnti d’aria, vari animali. Un edificio chiuso è più adatto per le regioni settentrionali, dove l’estate non è molto calda, e la primavera e l’autunno sono fredde.
Perno chiuso di policarbonato

Stazionario e mobile

La principale differenza tra impianti fissi e mobili – peso e dimensioni.

Se è possibile utilizzare qualsiasi materiale (nel quadro ragionevole) per creare cornici per un edificio fisso, per il solo mobile saranno adatti solo quelli leggeri e quelli più resistenti, altrimenti sarà necessario guidare attrezzature speciali per trasportare tale struttura.

Oltre ai materiali utilizzati, gli edifici fissi e portatili si differenziano per forma, lunghezza e altezza.

La variante mobile ricorda più probabilmente i banchi coperti, piuttosto che una costruzione di alta qualità. Un tale gazebo non può ospitare più di 6-7 persone e la sua altezza non ti permetterà di stare in piena crescita. Naturalmente, puoi crearne uno che ti si addice a tutti gli effetti, ma dovresti capire che qualsiasi versione mobile dovrebbe essere piccola.
Gazebo mobile realizzato in policarbonato

La maggior parte dei padiglioni portatili portatili sono aperti, dal momento che, tornando alle proprietà del policarbonato (forte conduttività termica), si otterrà un piccolo ambiente soffocante che si scalderà fino a temperature inimmaginabili.

Riassumendo quanto sopra, possiamo concludere che la versione mobile è costruita per il passatempo di una famiglia, non significa una lunga permanenza nell’aggiustamento, ma serve da protezione dal sole e riposo a breve termine in una giornata calda. Un gazebo fisso è una struttura di capitale in cui puoi mettere un divano o un divano, aggiungere un tavolo, sedie, mettere un po ‘di vegetazione, trasformando il gazebo in un’oasi fresca.

Per garantire che la trama del terreno sia pienamente coerente con tutte le tue future viste, leggi come approntare correttamente la trama del giardino.

Strutture complesse e tende luminose

Le variazioni in termini di complessità della struttura dipendono direttamente dai tipi di pergole sopra citati.

Costruzioni complesse – Queste sono grandi strutture fisse che assomigliano a una piccola casa. Una tale costruzione richiede la disponibilità di disegni ideali, molte risorse e tempo per la costruzione. Alla fine, si ottiene una parvenza di “cucina estiva”, dove è possibile invitare gli amici in primavera, estate o autunno.
Padiglione realizzato in policarbonato

La struttura leggera sembra più un baldacchino da spiaggia, che ha quattro pali e un tetto in policarbonato. L’edificio non richiede conoscenze speciali e grandi sprechi, ma ha gli stessi vantaggi e svantaggi di un gazebo aperto.

Così, si scopre che se si vuole costruire un grande gazebo e “riempirlo” di mobili per un comodo riposo, allora vale la pena costruire un gazebo fisso chiuso e contare su rifiuti considerevoli. Ancora una volta ricordiamo che una struttura voluminosa non può essere mobile, quindi pesare tutti i pro e contro prima di creare disegni e materiali di acquisto.

Varietà di forme

Sia gli edifici complessi che quelli leggeri possono avere una varietà di forme. Su vostra richiesta, il gazebo può trasformarsi in una sorta di cupola, eseguita in stile greco o gotico. E puoi costruire un rettangolo o quadrato convenzionale. Questo modulo ti renderà più facile lavorare con i disegni.
Padiglione realizzato in policarbonato

Importante! Rotonde, a cupola e altre variazioni complesse di pergole in policarbonato richiedono disegni dettagliati. Sono acquistati al meglio in un negozio specializzato durante l’acquisto di materiali.

Un’opzione interessante è il gazebo modulare, che è un baldacchino semicircolare interamente costituito da policarbonato. Tale gazebo non prevede la costruzione di ulteriori supporti, è mobile e abbastanza facile in termini di installazione. La versione modulare viene solitamente utilizzata per creare serre, ma nel nostro business può essere utilizzata con successo.

Seleziona una posizione

A seconda delle dimensioni e delle funzioni, il gazebo può essere posizionato in luoghi diversi.

La costruzione del capitale richiede una superficie uniforme, su cui inizialmente viene eretto un piccolo fondamento per la stabilità. Il terreno sul sito selezionato dovrebbe essere asciutto, il che indica una bassa tabella delle falde acquifere. Non è auspicabile posizionare un pergolato in un’area aperta, è meglio costruirlo vicino ad alberi ad alto fusto. In questo modo puoi ridurre al minimo la quantità di luce e calore che si otterrà sul tetto.
Padiglione realizzato in policarbonato

Inoltre, non vale la pena di erigere un baldacchino in pianura, perché durante la pioggia il terreno può affondare sotto il peso del gazebo o ci saranno inondazioni.

I gazebo mobili possono essere installati in qualsiasi luogo dove ti sentirai a tuo agio, in quanto possono essere spostati in qualsiasi momento.

Tali piante e fiori, come Kobe, piselli dolci, gloria di mattina, piante di olio di ricino, Impatiens ghiandolari, malva, Cleomene, arancio finta, rose Floribunda, clematis, magnolia vite, Actinidia decoreranno l’esterno del pergolato.

Come costruire un gazebo con le tue mani

Infine, è tempo di iniziare a costruire pergole in policarbonato, disegnando disegni e dimensioni e indicando gli strumenti e i materiali necessari.

La costruzione viene eseguita nelle seguenti fasi:

  • creare un disegno;
  • acquisto di tutti i materiali necessari;
  • acquisto di utensili e materiali di consumo;
  • lavori di installazione;
  • arredamento.

Disegno di un gazebo realizzato in policarbonato

Strumenti richiesti

A partire dalla collezione strumenti necessari. Abbiamo bisogno di questi:

  • il bulgaro;
  • sega circolare;
  • trapano;
  • cacciavite;
  • seghetto per metallo;
  • un martello;
  • scalpello;
  • grandi forbici;
  • pala;
  • pinze;
  • guanti;
  • costruzione di occhiali e un respiratore (opzionale).

Come scegliere i materiali

Per non dimenticare i materiali di consumo, inizieremo con loro. I consumatori includono trapani, chiodi, colla per legno (se il legno è usato), viti, carta vetrata, vernice o vernice, cemento, spazzole, panni per la pulizia, vari bulloni e dadi.

La difficoltà sta nella scelta dei materiali di base da cui verranno costruiti il ​​telaio e vari elementi del pergolato. Puoi andare in un negozio specializzato, dove ti verranno forniti consigli dettagliati sulla scelta del materiale di cui hai bisogno, a seconda delle tue preferenze e di come vedi il tuo gazebo.
Padiglione realizzato in policarbonato

Standard per la costruzione utilizzare legno, ferro, alluminio (più adatto per fermo), pietra o mattoni. È possibile acquistare un profilo di montaggio e sulla base di esso realizzare una cornice o singoli elementi. Cioè, qualsiasi tuo desiderio può essere realizzato se i materiali selezionati sono adatti per i disegni.

Per rendere la zona del cottage più accogliente e confortevole per il riposo, mettici sopra pergola, gazebo e panca, che puoi realizzare da solo.

Installare le proprie mani

Prima di installare il gazebo sui disegni selezionati, ti consigliamo di eseguire diversi test di progettazione che ti forniranno un’idea precisa dell’opportunità o meno di adattarsi a questa opzione.

In primo luogo, sulla base del disegno, puoi realizzare un modello di cartone o di carta e vedere chiaramente se l’idea coincide con la realtà o meno. In secondo luogo, si può passare alla modellazione tridimensionale. Il professionista del suo caso sulla base di disegni farà per te un modello di computer, che, con l’aiuto del programma, può essere controllato per forza e visto da diverse angolazioni.
Disegno di un gazebo realizzato in policarbonato

Bene, una piccola digressione è finita, e stiamo andando a lavorare.

1. Per iniziare preparare il posto. Rimuoviamo tutti i rifiuti, le pietre, i resti di piante. Se necessario – livella il territorio. Quindi lo demarciamo grossolanamente in modo che sia chiaramente visibile dove verranno posizionati i supporti.

2. Passiamo alle fondamenta. Determinare immediatamente il tipo di progetto iniziale, che può essere nastro, colonnare o monolitico.

Importante! Per la costruzione di una fondazione gazebo mobile non è richiesto.

Descriveremo la variante con il fondotinta più popolare e semplice: colonnare. La prima cosa che devi fare è scavare una buca di 0,5-0,7 m sull’intera area presunta del pergolato. Successivamente, coprire uno strato di sabbia e ghiaia di 5 cm di spessore, che fungerà da cuscino. Nella fase successiva, l’installazione di supporti e ulteriore getto di calcestruzzo. I supporti devono essere fissati in due direzioni e livellati ad un livello in modo che la struttura sia stabile e livellata. Dopo il getto è necessario attendere alcune ore e coprire l’intera area con un film per proteggerlo dalle precipitazioni. Dopo il completamento del lavoro, aspettiamo 2-3 giorni, fino a quando il calcestruzzo non sarà completamente solidificato.

3. Dopo aver versato le fondamenta e installato i supporti, andare a rivestimento del pavimento. È possibile utilizzare schede o un’opzione più economica: la cosa principale è che è durevole e più o meno durevole.

Descriveremo l’opzione del rivestimento in legno, sulla base del quale è possibile eseguire l’installazione utilizzando altri materiali.

Di solito iniziamo con una struttura del pavimento, che sarà composta da barre di legno 5 × 15 cm.Potremo i registri attraverso 40-50 cm per ottenere la massima resistenza della struttura.

Importante! Le barre devono essere installate orizzontalmente.

Successivamente, fissiamo le tavole al telaio. Qui è necessario specificare un po ‘quanto segue: durante l’acquisto specificare che le tavole sono necessarie per un gazebo. In questo caso, ti verrà offerta una versione resistente all’umidità che durerà più a lungo.

È possibile fissare tavole o altri rivestimenti con viti autofilettanti o con chiodi convenzionali.

4. Ora basato su rack montare il tetto dal policarbonato. Ricordando quale carbonato è meglio per un gazebo, fermarsi a un rivestimento più spesso, almeno 0.8-1 cm di spessore. Se l’albero è portatile, puoi limitarti a un termoplastico sottile (non inferiore a 0,3 mm).
Padiglione realizzato in policarbonato

Lungo il perimetro colleghiamo le estremità superiori dei pilastri con blocchi di legno di 10 × 10 cm (o profili di montaggio). Facciamo tagli a forma di L nelle barre e li colleghiamo insieme. Per il supporto, la reggiatura è fissata con chiodi, che devono essere lunghi almeno 12 cm, quindi tagliare i blocchi di supporto del traliccio e accoppiarli a coppie. Vale la pena prestare attenzione al fatto che i chiodi sono martellati con un angolo di 45 °.

Dopo aver fissato il telaio, montare il numero richiesto di travi usando le viti autofilettanti. Le travi sono posizionate con una tale distanza che durante il fissaggio dei fogli di policarbonato si sovrappongono leggermente. Non è necessario montare le travi in ​​modo che i pezzi di materiale termoplastico si tocchino solo leggermente, altrimenti si otterrà un tetto “che perde”.

Finiamo il lavoro fissando il termoplastico. Durante l’installazione, utilizzare viti autofilettanti e distanziali, posizionando il secondo tra il materiale e la vite metallica per ottenere un migliore isolamento. Dopo aver installato il tetto, “isolare” l’intera struttura con chiodi liquidi, schiuma o nastro di alluminio.

Questo completa la costruzione del gazebo. Successivamente, discutiamo la decorazione della tettoia e l’installazione di mobili.

Crea conforto e intimità

Per il gazebo non sembra vuoto, è necessario installare i mobili necessari, appendere gioielli e mettere fiori.

Lo sai? Dal XVIII secolo, gazebo e padiglioni cominciarono ad apparire nell’impero russo nei lussuosi parchi delle residenze reali e delle tenute. Fino ad ora, tali strutture erano chiamate “attici”, come si può giudicare dalle storie di quei tempi.

Il meglio dei pergolati del cortile sembra un arredamento in legno massiccio, che ha un colore naturale dell’albero, senza inserti luminosi o colori innaturali.

Creando un tandem a colori, puoi utilizzare una varietà di stili sotto gli ornamenti a tema marino (volante, maglie marine, conchiglie o stelle marine). Quindi il tuo gazebo assomiglierà alla stiva di una nave.

Si può pensare a una tale opzione: il pavimento è in moquette di sabbia gazebo mare e piccole conchiglie, sono collocati agli angoli delle palme, attaccato ai dipinti murali delle spiagge oceaniche o sulle incollato muro sfondi con vista sul mare.

In questa fase, puoi incarnare qualsiasi fantasia. Il tempo trascorso nella decorazione del gazebo ti porterà molte emozioni positive e un’atmosfera accogliente contribuirà a rilassarti e a rilassarti dai problemi.
Padiglione realizzato in policarbonato

Questo conclude la creazione di una pergola in policarbonato. Mentre pianifichi i disegni e l’edificio stesso, ricorda che questa è la tua opera d’arte, che non deve essere perfetta. I disegni sono necessari solo per chiarezza, così durante l’installazione e l’ulteriore decorazione è possibile sperimentare, in base alle basi descritte in questo articolo.


Like this post? Please share to your friends:
Leave a Reply

;-) :| :x :twisted: :smile: :shock: :sad: :roll: :razz: :oops: :o :mrgreen: :lol: :idea: :grin: :evil: :cry: :cool: :arrow: :???: :?: :!:

24 + = 29

map