Uva “Chardonnay”: caratteristica, applicazione e proprietà utili

Uva Chardonnay La varietà di uva bianca “Chardonnay” è universale, in quanto può essere coltivata in qualsiasi zona climatica e dare abbondanti raccolti.

Inoltre, il vino prodotto da “Chardonnay” in diversi paesi colpisce con il suo gusto unico e unico.

Patria e origine del vitigno “Chardonnay”

Al momento, gli scienziati non sono stati in grado di determinare finalmente la storia della varietà. L’origine di “Chardonnay” è associata alla famiglia delle varietà “Pino”.

I dipendenti dell’Università della California, nel 1991, hanno condotto uno studio, grazie al quale hanno scoperto che questa varietà è stata ottenuta come risultato attraversamento “Gue Blanc” e, molto probabilmente, “Pinot Noir”.
Uva Chardonnay
Ma nonostante numerosi studi, alcuni scienziati non accettano questa versione. Ampelografo della Francia Pierre Gale è sicuro che lo “Chardonnay” non è assolutamente connesso con le altre principali famiglie varietali.

Anche il paese di origine è contestato, ma la maggior parte dei ricercatori ritiene che lo “Chardonnay” provenga da Roma.

Lo sai? Si ritiene che questa varietà fosse nobilitata in Borgogna, precisamente nel villaggio di Chardonnay, da dove apparve il nome di questa varietà.

Applicazione dell’uva “Chardonnay”

La varietà di uve “Chardonnay” è una delle più diffuse al mondo. È coltivato in Asia, Europa, Australia, Sud Africa, Sud e Nord America. Dappertutto dà un risultato eccellente – vino bianco, ricco di aroma e sapore speciale.

È interessante notare che in ogni paese, a seconda del terreno su cui crescono le uve e delle caratteristiche della sua preparazione, il vino delle uve Chardonnay ha sempre un suo gusto unico.

“Chardonnay” in forma fresca, non usato, perché le parti dense della polpa e della buccia sono solo il 20% dell’uva, il resto – sono ossa e pettini. Le uve non hanno una presentazione e pesano un po ‘.

Questa varietà è utilizzata per la produzione di vino, che ha una varietà di note di frutta e un gusto leggero e raffinato.

Eccellenti varietà di uva bianca con appuntamenti da tavola: Kesha, Valentina, Augustin, Lora, Bazhena, Monarch, Harold, Arcadia, Talisman, Timur.

Caratteristiche e caratteristiche biologiche delle uve

L’uva “Chardonnay” ha una descrizione come varietà dell’Europa occidentale. È la base per vini bianchi e spumanti.
Vino Chardonnay
Nonostante il fatto che lo “Chardonnay” possa crescere su qualsiasi terreno, reagisce molto alle condizioni climatiche, alle attività dell’enologo e alle condizioni di conservazione, che possono influire sul gusto del vino, e il risultato si rivelerà imprevedibile.

Nella calda estate, le uve necessitano di frequenti annaffiature, che sono ben gestite dall’irrigazione a goccia.

Importante! La regola di piantare questa varietà: in paesi con un clima fresco, i cespugli sono piantati a breve distanza l’uno dall’altro, e in un clima più caldo l’atterraggio dovrebbe avvenire a grande distanza.

Descrizione di Bush

I cespugli di uva sono vigorosi o sredneroslymi. Spara – non nodoso, marrone.

Le foglie sono di un verde brillante con venature ben tracciate. Sul retro, il lamierino è leggermente pubescente, con una tonalità più chiara. C’è un foglio di cinque lame, che hanno denticoli sulle punte. In autunno diventano tutti di colore giallo-limone e si asciugano ai bordi.
Cespugli di uva Chardonnay

Descrizione del mazzo

Grappoli d’uva – forma conica o cilindrica, media densità. Hanno una struttura sciolta a causa del fatto che le ovaie cadono presto. La dimensione media delle uve (fino a 12 cm di lunghezza e fino a 10 cm di larghezza) ha un peso fino a 100 grammi.

Descrizione delle bacche

Questa varietà è caratterizzata da bacche bianco-verdi con lato dorato e rivestimento bianco. La pelle può essere coperta con punti marroni. La forma delle bacche è arrotondata, leggermente allungata. Peso uva – fino a 15 grammi, buccia – densa e sottile. All’interno delle bacche sono 2 o 3 ossa. La carne ha una caratteristica per questa varietà di sapore ricco di frutta e sapore succoso.

Lo sai? Per la produzione di questo champagne francese sono adatti solo 3 tipi di uve, una delle quali è “Chardonnay”

Resistenza al gelo

Varietà di uva “Chardonnay” bianca è mediamente resistente alle gelate invernali (fino a -20 ° C), ma reagisce molto alle gelate in primavera, pertanto è necessario prendere misure per scaldare i cespugli. Dovrebbero essere riparati indipendentemente dal clima in cui crescono le uve.

Resistenza a parassiti e malattie

In caso di vento, temperature basse in primavera e piogge all’inizio dell’estate, potrebbe esserci una goccia nei fiori e nelle ovaie della pianta.

Per evitare che l’uva sia affetta da malattie causate dal sovrassorbimento, si consiglia di piantarla in un’area ben ventilata (lo “Chardonnay” può essere affetto da oidio e muffa).

muffa – una specie di fungo parassitario spore, che non può essere rilevato nei primi giorni della sconfitta della pianta.

Quando il fungo è infetto, si verificano processi che sono percepiti come una mancanza di fertilizzanti minerali, povertà del suolo o comparsa di clorosi infettiva.
muffa
Durante la stagione si sviluppano fino a 8 cicli della malattia. L’infezione può verificarsi anche ad una temperatura di +8 ° C, in primavera le spore del fungo germinano e quando l’umidità sale, scoppiano, e quando passano alla pianta, entrano nel tessuto. Questo è il processo di infezione primaria.

Quando si infetta muffa:

  • Le foglie sono alleggerite, si formano delle macchie gialle trasparenti sporche – olio caratteristico.
  • Le foglie giovani hanno piccoli focolai di lesione, arrotondati a 1 cm, e quelli più vecchi sono distinti da quelli angolari o allungati che si estendono lungo le venature delle placche.
  • L’intero cespuglio è interessato: germogli, infiorescenze, bacche, foglie.
  • C’è un rallentamento nella crescita del cespuglio, le foglie cadono.

Come prevenire l’infezione:

  • Predisporre un buon drenaggio e irrigazione a goccia.
  • In tempo per nutrire le piante.
  • Rimuovere le erbacce, tagliare le parti secche della pianta, formare un cespuglio in modo che ci sia una buona permeabilità all’aria e le piante si asciugano rapidamente dopo la pioggia.
  • Preparati chimici spray per prevenire la muffa.
  • La spruzzatura dovrebbe essere effettuata 2 volte a stagione: in primavera e dopo la raccolta.

Ogni spruzzatura deve essere divisa in 6 tappe:

  • Aspetto dei fogli.
  • Prima della fioritura
  • Dopo la fioritura
  • Prima della formazione dell’ovaia.
  • Quando le riprese raggiungono i 12 cm.
  • Dopo la prima concimazione.

Preparazione per l’elaborazione:

  • “Radom”;
  • “Amistar”;
  • “Aviksil”;
  • “Thanos”;
  • “Profit”.
Impara come preparare correttamente le talee e moltiplicare in questo modo l’uva e come coltivarla dall’osso.

oidio – è l’oidio, il fungo più comune che colpisce l’uva.

Danneggiare le parti verdi della pianta e delle bacche, le rende inadatte alla vinificazione.
Oidio
Segni di infezione:

  • In primavera, i giovani germogli e le foglie sono coperti con rivestimento bianco, arricciatura e asciugatura. Con gravi danni, i tessuti diventano scuri e presto muoiono.
  • In estate, la fioritura si sta sgretolando, l’ovaia delle bacche è ricoperta da una fioritura scura. C’è uno schiocco delle bacche, il loro decadimento.

Metodi di lotta:

  • Spruzzo per la profilassi 2 volte a stagione: in primavera e dopo la raccolta.
  • Ogni trattamento deve essere diviso in parti (fino a 6 fasi), con un intervallo di 20 giorni.
Importante! Alla maturazione delle bacche nSpray non può essere spruzzato. Per fermare la sconfitta, in questo momento raccomandare l’uso di una soluzione di permanganato di potassio (5 grammi per 10 litri di acqua).

Preparazione per l’elaborazione:

  • “Horus”;
  • “Presto”;
  • “Topaz”.

Pro e contro della varietà

i vantaggi le varietà sono:

  • La presenza di un gran numero di varietà, cloni.
  • Alta qualità del materiale vinicolo.
  • Elevata resistenza ai periodi asciutti.
  • Relativamente elevata resistenza al gelo.

carenze varietà:

  • Resa bassa (circa il 40%).
  • Bassa resistenza alle malattie fungine.
  • Le bacche tendono a rompersi e marcire.
  • La necessità di terreni fertili.
  • Alta probabilità di danni alle piante nelle gelate primaverili.

“Chardonnay” è una varietà unica, grazie alla quale viene prodotta un’incredibile quantità di vini unici e di alta qualità.