Uve: frutta o bacche?

uva
Quasi ognuno di noi nella mia vita ha provato un frutto come l’uva. Ma è davvero un frutto, come alcuni di noi sono abituati a credere, dal momento che ci sono parecchie opinioni che confermano il fatto che le uve sono bacche. Ciò è probabilmente dovuto al fatto che esiste una sostituzione di concetti: si chiama bacca, ma l’uva passa che si ottiene da esso è considerata frutta secca. Al fine di determinare con maggiore precisione di cosa si tratta, considera la storia e le caratteristiche della terminologia che chiariranno questo problema.

Storia dell’uva

L’uva è considerata uno dei frutti più antichi. La sua storia inizia più di 60 milioni di anni fa, anche se la varietà selvatica era diffusa sul pianeta ancor prima. In quei giorni cominciò a crescere in quantità piuttosto grandi, e gli archeologi di tanto in tanto trovano brocche, disegni e altri piatti con le sue immagini.
uva
Ad esempio, in Georgia molto spesso trovano antiche caraffe e ciotole con uva dipinta su di esse.

La patria di questa bacca è ancora l’Asia. In epoche successive, l’uva si diffuse ampiamente nei territori d’Europa. Tutti conoscono le feste romane e greche, dove era quasi impossibile fare a meno del vino e dell’uva.

Più tardi, la cultura della sua coltivazione si diffuse ulteriormente in America, anche se è stata trovata la sua varietà selvatica, che è stata mangiata dagli indiani. Al tempo della colonizzazione, le varietà europee furono importate nel territorio del moderno Nord America, poiché erano più adatte alla produzione di vino.

Sarete interessati a conoscere i benefici e i rischi dei semi d’uva, quanto sono utili le foglie delle uve, se è utile vino rosso, sui benefici e danni del succo d’uva, cosa può fare male e ciò che è utile per le uve nere.

Caratteristiche della terminologia

Tornando alla domanda principale, un frutto o una bacca, è necessario prestare attenzione alla terminologia di entrambi i concetti. Ci sono diversi punti di vista che aiutano a determinare l’uva.
uva

Importante! Da un punto di vista botanico, le bacche fanno parte del frutto e si riferiscono a loro. Hanno semi e polpa, ma più sottile buccia, di frutta.

Perché i frutti dell’uva frutta

Nella nostra lingua, le parole “frutto” e “frutto” possono essere equiparate e sostituirsi a vicenda. In alcuni casi, viene utilizzato solo uno di essi, ad esempio “frutto di un albero”, poiché praticamente nessuno parla “frutto di un albero”.

“Frutta” è considerata una parola più quotidiana e quotidiana, “frutto” si riferisce ai termini botanicamente corretti e verificati.

Nel dizionario botanico c’è una tale definizione di un frutto – una parte di una pianta che si sviluppa da un fiore, con semi all’interno. Molto spesso le bacche sono anche chiamate frutti, perché sono più comuni nel linguaggio di tutti i giorni.
uva

Perché il frutto dei chicchi d’uva

Il dizionario enciclopedico dice che la bacca è un frutto con una polpa, una buccia sottile e semi all’interno. Controllando con il dizionario Ozhegova, è anche possibile determinare la bacca come una frutticoltura su arbusti e semishrubs, nonché piante erbacee.

Impara anche come fare il succo d’uva, come applicare l’aceto d’uva, come fare l’uva passa dall’uva.

Il termine botanico “bacca” implica un frutto con molti semi, un succoso interfacciale e una pianta. Allo stesso tempo, non esiste una parola come frutto in termini botanici – è presa in prestito dalla lingua polacca, significa semplicemente un frutto succoso e viene usata per il nome di bacche più grandi.

Quindi l’uva, secondo queste opinioni, può essere considerata solo una bacca.

Lo sai? C’è un’opinione che se c’è molta uva puoi riempire Questo è solo un mito. Infatti, i frutti d’uva aumentano l’appetito e favoriscono l’assimilazione del cibo, ma il peso extra si ottiene mangiando cibo.

Uva rosa

Quindi alla fine: una bacca o un frutto?

Poiché il feto ha una pelle abbastanza sottile, molti piccoli semi e una polpa succosa, appartiene alle bacche. E per consolidare l’effetto delle nuove conoscenze, ci rivolgiamo alla classificazione della famiglia culinaria: l’uva è una bacca, perché ha dimensioni piccole e sapore dolce.

Qualche altra terminologia: uva – è un albero o un cespuglio?

Anche se molte persone diranno con certezza che la pianta è un cespuglio, e il nome “cespuglio d’uva” è già fissato nelle persone, non è ancora un arbusto e nemmeno un albero. L’uva è una liana, o meglio una liana legnosa con il nome latino Vitis.

Questa liana legnosa perenne raggiunge i 20-25 metri di altezza e si aggrappa al supporto con le antenne. Liana appartiene alle piante amanti del calore e quindi cresce nei paesi caldi.

Ma ad oggi, ci sono anche specie di viti che sono meno esigenti delle condizioni meteorologiche e possono essere coltivate in climi temperati.
uva

L’uso e l’applicazione delle uve

Le bacche hanno una gamma abbastanza ampia di proprietà utili. Usato non solo la polpa, ma anche le ossa, che sono ampiamente utilizzate in cosmetologia e trattamento della pelle. È anche il componente principale dell’industria del vino. Inoltre, le bacche vengono spesso utilizzate per cucinare o decorare piatti.

Lo sai? Tutte le parti delle uve hanno proprietà utili – non solo bacche, ma anche foglie e legno. Esiste anche l’ampeloterapia, fa parte della medicina popolare specializzata nel trattamento delle malattie croniche con l’uva.

In cucina

Le bacche vengono spesso utilizzate per preparare succhi e marmellate. Ognuno ha anche familiarità con uvetta – bacche essiccate di diverse varietà che vengono utilizzate nella cottura al forno, rendendo insalate e altri piatti.

Con lui preparano e spuntini leggeri o dessert, spesso aggiungono come decorazione ai gelati dessert e gelatina. Anche l’aceto di vino è richiesto, utilizzato da molti chef in diversi piatti principali.

Nella vinificazione

Qui e là non c’è nulla da dire – sono i chicchi d’uva che sono il principale costituente della vinificazione. Allo stesso tempo, il numero esatto di colture esistenti oggi non è – sono più di cinquemila, anche se non tutte sono adatte alla produzione di vino.

Per la preparazione del vino vengono anche utilizzate varietà di uva come Pinot Noir, Harold, Jupiter, Tason, Isabella.

Circa un centinaio di varietà tecniche sono utilizzate per la produzione di bevande, di cui circa un terzo vengono prese solo per la preparazione del vino rosso e un terzo per il vino bianco. Dalla loro scelta dipende non solo la qualità della bevanda, ma anche il gusto, il colore, il bouquet e il retrogusto.

I vitigni a bacca rossa più popolari sono il Cabernet Sauvignon, il Merlot, il Sangiovese, il Syrah o lo Shiraz e altri. Per il bianco, le bacche di uva di tali varietà sono adatte: Chardonnay, Muscat, Riesling e altri.
vino

Tutti i gradi possono anche essere suddivisi in 4 categorie:

  1. Il vino che viene usato per fare il vino e le tinture, sono caratterizzati da piccole dimensioni e piccoli frutti di bosco.
  2. Mensa – un grande gruppo, che comprende grandi varietà. Fondamentalmente usato da solo.
  3. Essiccazione, da cui vengono preparate le uvette. Può essere bianco o scuro. Il gruppo è piuttosto piccolo.
  4. Universali, che vengono utilizzati per fare bevande e per mangiare.

Per la produzione di vino vengono utilizzate principalmente varietà europee di tali bacche.

È inoltre possibile fare il vino di prugne, vino di ribes nero, vino lampone, vino nero chokeberry, vino di mele, petali di rosa.

In medicina

I frutti contengono un sacco di sostanze utili, includono fibre e vitamine del gruppo P e B. Inoltre, le bacche comprendono la pectina e il beta-carotene. Gli acidi utili, come il tartarico, il succinico, il citrico e il malico, si trovano anche qui in grandi quantità.

Qui ci sono anche iodio, potassio, manganese, fluoro, ferro e una miriade di altri componenti utili.

Ecco perché le uve sono utilizzate nel trattamento di una vasta gamma di malattie, tra cui:

  • cardiovascolare;
  • problemi intestinali;
  • malattie renali ed epatiche;
  • malattie infettive e catarrali;
  • attacchi asmatici.

Inoltre, le uve vengono spesso prescritte alle donne in gravidanza, poiché contengono molti componenti necessari per loro. È molto buono prenderlo durante l’attività mentale, poiché il feto migliora la memoria e migliora il tono generale.

Importante! Sebbene le uve siano molto utili, dovresti sempre consultare un medico prima di iniziare il trattamento. Inoltre, non dovrebbe essere somministrato a persone con elevata acidità di stomaco, diabete e ipertensione.

In cosmetologia

In cosmetologia, l’olio di semi d’uva viene principalmente utilizzato, poiché le sostanze biologicamente attive sono conservate in esse. È usato come antiossidante e un mezzo eccellente per aumentare il tono dei vasi sanguigni.

Fa parte di molte creme, spesso utilizzate nel massaggio come base per gli oli aromatici. Aiuta a ripristinare l’elasticità della pelle, combatte con scottature e abrasioni, guarisce rapidamente il desquamazione della pelle. Anche questo olio fa parte della complessa terapia contro le malattie della pelle.
Uve in cosmetologia

In dietetica

I frutti contengono una quantità piuttosto grande di zucchero, quindi soddisfano appieno la fame e danno una carica di energia. Su 100 grammi di uva bianca una media di circa 40 calorie, rosso – 65 calorie.

Non promuove l’aumento di peso, ma migliora l’appetito. Il numero ottimale sarà di 15 bacche al giorno, quindi non ci sarà alcun aumento di peso dall’uva.

L’uva non è solo dolce e gustosa, ma anche frutta molto utile. Include un gran numero di sostanze che vengono utilizzate non solo in cucina, ma anche in medicina e altre industrie. E a proposito del problema, la bacca è un frutto, puoi tranquillamente dire che l’uva è una bacca.