Varietà popolari di pesca: descrizioni, consigli per la cura

Conosciamo le migliori varietà di pesche

Ora su ogni orto puoi vedere un pesco in crescita. Ma non sempre la sua raccolta può piacere al proprietario. Perché è così?

Sicuramente la cura dell’albero era inadeguata.

Prima di scegliere una variante, è necessario familiarizzare con le caratteristiche delle varietà popolari. Dopotutto, per la pesca, il clima della regione in cui si svilupperà, la composizione del terreno e il luogo scelto per la sua crescita sono molto importanti.

Solo se seguirai tutti i suoi desideri, sarai in grado di gioire di un raccolto ricco e di alta qualità.

Delizioso “Redhaven”

Le pesche della varietà

Queste grandi pesche ovali con una pelle dura sono perfette sia per uso domestico che commerciale. peso a volte raggiunge 150g.
Il colore della frutta è ricco di giallo, anche arancione, con botti o punti rossi.

La polpa è molto succosa, di colore giallo brillante, con piccole impregnazioni cremisi, delicata, ha un gusto incredibile e un sapore ricco di dessert.

Queste pesche vengono giustamente premiate con una delle più alte valutazioni di degustazione. Nella parte superiore del frutto puoi vedere una piccola fovea o tubercolo. La cucitura sull’addome è piuttosto superficiale. L’imbuto è di media larghezza e profondità. pietra grande, con punta acuminata e base smussata, abbastanza facile da separare dalla polpa.

Al momento della loro maturazione, i frutti della pesca sono divisi in 3 categorie: questi sono primi, tardivi e di media stagionatura. Le pesche della varietà “Redhaven” si riferiscono ai frutti di maturità anticipata. La raccolta può essere raccolta già ai primi di agosto.

Gli alberi di questa varietà sono di medie dimensioni. Hanno una corona decidua piatta e arrotondata. I volantini sono lucidi, verdi, grandi, con una piccola dentatura dei bordi. Fiori piccoli, a forma di campana. La resa in questa varietà è piuttosto alta, che è uno dei molti dei suoi meriti.

Ad altri vantaggi di un grado “Rejhjaven” è possibile portare eccellenti caratteristiche aromatiche, una grande pezzatura di frutta e una buona trasportabilità. Queste pesche sono carine universale per l’uso.

Contro è lo stesso bassa resistenza al gelo e malattie come Muffa polverosa e Klyasterosporiosis, oltre a una leggera tolleranza alla siccità e all’instabilità assoluta ai ricci.

Le caratteristiche principali della cura dell’albero di pesca sono la potatura regolare, l’irrigazione a pieno titolo, l’alimentazione tempestiva di alta qualità del sistema radicale e la protezione da gelate invernali, malattie e parassiti.

Per l'inverno, la piantina deve essere coperta

Il taglio del pesco viene effettuato per migliorare la forma della corona, ridurre il carico sull’albero, aumentare il periodo fertile, ecc.

Prima di procedere a questa procedura, è necessario determinare i rami scheletrici. Indicare l’altezza stimata del tronco (di solito circa 50 cm sopra il rene) e selezionarne uno tra i rami scheletrici più forti. Il secondo ramo scheletrico viene selezionato attraverso 4 reni dal primo, sul lato opposto del tronco.

Fare attenzione che l’angolo di inclinazione dei rami non sia nitido. Il ramo successivo viene selezionato in modo che, se visto dall’alto, si trovi tra i primi due. Dopo questo, il conduttore rimanente e i germogli rimanenti vengono tagliati e si ottiene la corona dell’albero, costituita da tre rami singoli.

La migliore copertura degli alberi di pesco è l’arricchimento annuale del suolo con sostanze minerali in tutta l’area del sistema radicale. Alla fine della primavera, prima della formazione delle pesche, ogni 14 giorni è necessario innaffiare l’albero con concimi di potassio.

Dopo che il periodo di fioritura è finito e l’albero ha la prima ovaia, è necessario Spruzzare il tronco e i rami tale soluzione minerale: 20 g di solfato di rame 10 g di acido borico 60 g di carbonato di sodio 1 g di manganese 10 gocce di iodio di 10 litri di acqua.

È necessario spruzzare l'albero per proteggerlo

L’irrigazione è molto importante per gli alberi da frutto. Con una mancanza di umidità, le pesche saranno superficiali e si sbriciolano prematuramente. Quando si redige un programma di irrigazione, è necessario tener conto del clima e della vicinanza alla ricerca di acque sotterranee dove l’albero cresce. È necessario seguirlo dopo l’irrigazione Il terreno è stato inumidito a una profondità di 70 cm e l’acqua non ristagnava.

I preparativi per l’inverno dovrebbero iniziare con il fatto che accanto alla piantina, scavano in due supporti, su cui mettono un sacco che copre l’intero pesco. Sul lato sud, al riparo, fate diverse finestre per l’accesso all’ossigeno. Alla base del sacco fissato con un carico o cosparso di terra per proteggere dallo stallo con un forte vento.

Per proteggere il sistema radicale dal congelamento, la piantina è piantata in un grande sacchetto di plastica con terra nera. I bordi della confezione vengono lasciati dall’alto esattamente nella misura in cui sono sufficienti a coprire il cerchio della rotonda in primavera dopo l’irrigazione.

Ciò contribuirà a trattenere l’umidità e non lascerà terra asciutta e proteggerà le giovani radici da parassiti come l’equiseto e un orso. Man mano che le radici crescono, possono perforare il polietilene.

Dopo il letargo invernale, all’inizio della primavera, è necessario condurre il primo trattamento dell’albero per proteggersi da parassiti e varie malattie.

Il trattamento con una soluzione di Bordeaux al 3% aiuta per proteggere la pesca dal clasterosporium, arricciatura delle foglie, cocomicosi, ecc. Il prossimo trattamento viene effettuato ad aprile, quando l’albero sta già iniziando a fiorire.

imbiancare canna in primavera con una soluzione di calce con l’aggiunta di solfato di rame proteggere l’albero non solo da parassiti, nascosto nella corteccia, e smetterà di fiorire, che potrebbe essere, a proposito, a causa delle gelate notturne primaverili.

Sunny “Jaminat”

Le pesche della varietà

La forma di queste pesche è allungata, leggermente pressata sui lati, ovale. Per peso e dimensioni, si riferiscono a frutti grandi: peso 160 g, altezza circa 65 mm, diametro circa 60mm. In cima alla pesca c’è una piccola fossetta.

L’imbuto è abbastanza profondo, facile sutura addominale, il gambo è corto e ben tenuto alla base. Sbucciare il giallo brillante con i rossi marmorizzati, le pesche sono difficili da rimuovere, di media densità. La carne è arancione brillante, molto succosa, dolce, con una leggera acidità piacevole. Il succo è incolore. La pietra è media, si separa bene dal feto.

Il tempo di maturazione cade il primo di settembre, che classifica questa varietà come pesche medie.

Gli alberi non sono molto alti in altezza, piuttosto, sono di medie dimensioni. La corona decidua ricorda la forma di una palla, leggermente piatta nella parte superiore, estesa e sparsa. I giovani ramoscelli hanno un colore di due colori. Il lato illuminato dal sole ha una corteccia rossa, e sul lato inferiore dei germogli, la pelle è verde.

Le lenticchie sono bianche, in piccoli numeri, di medie dimensioni. Volantini di grandi dimensioni, lucidi, di colore verde brillante, con poco profilato, che si trasforma in una grande dentatura lungo il bordo fino alla base. I fiori sono a forma di campana, grandi, con una sfumatura rossastra. Produttività elevata, è dal 110 al 30 per cento per ettaro. Frutta ogni anno, a partire dal terzo anno dopo la semina.

I frutti della varietà “Jaminat” hanno alta trasportabilità. Sull’albero maturano allo stesso tempo. Eccellente preservare il loro gusto e le caratteristiche esterne per un massimo di due settimane. I reni sono abbastanza resistenti alle gelate primaverili. Nella degustazione delle loro caratteristiche gustative, queste pesche vengono giustamente premiate con 4,7 palle.

I peschi di questa varietà hanno solo una resistenza relativa a malattie come la kasterosporio e i capelli ricci, e inoltre non tollerano molto bene le gelate invernali.

La varietà

Caratteristiche di cura per la varietà “Jaminat”, che lo distinguono dagli altri pesco, no. La sua fertilità e il suo buon sviluppo dipendono da un’adeguata irrigazione e concimazione, dall’aumento della resistenza al gelo e dalla potatura e, naturalmente, dalla protezione da parassiti e malattie.

Quando si pota una pesca, si forma la sua forma. Se i rami inferiori dell’albero sono l’uno di fronte all’altro, la corona è formata dal numero di 4 rami scheletrici. I due rami superiori sono disposti ad angolo retto rispetto a quelli inferiori. La distanza tra i rami è di 5 o 6 reni. Il terzo e il quarto ramo sono l’uno di fronte all’altro. Il conduttore viene rimosso, come tutti gli altri scatti. Di conseguenza, otteniamo un albero con quattro rami forti, che formeranno ulteriormente la corona.

Quando si pianta una piantina il pozzo viene fertilizzato con due secchi di humus peregrinato, premiscelato con terra nera. È possibile utilizzare una tale composizione di concimazione: 10kg decomposto letame potassa merito terriccio 65g 80g 150g di nitrato di ammonio perfosfati, preso dalla fossa.

Gli alberi di pesco amano abbastanza annaffiare. La temperatura dell’acqua dovrebbe essere entro 25 gradi. Durante la formazione dei frutti, annaffiare gli alberi almeno una volta ogni 10 giorni, versando sotto ogni 2 secchi d’acqua. Irrigazione abbondante e non necessaria è anche indesiderabile, dal momento che porterà alla rottura del frutto

Per proteggere per l’inverno alberello è desiderabile pulire vecchi stracci. Ma qui puoi coprire il cerchio vicino al tronco con rami di abete rosso o pino. Ciò farà risparmiare non solo il tronco dell’albero, ma anche le sue radici dai roditori.

Al fine di proteggere l’albero da parassiti e malattie è necessario effettuare la spruzzatura. Prima della maturazione delle gemme, la pesca viene irrigata con 9% di cloruro di rame o 3% di acido di Bordeaux.

Inoltre, è adatta anche la doppia spruzzatura con una soluzione all’1% di solfato di rame con un intervallo di 5 giorni o un trattamento con DNOC (un rimedio universale per parassiti e malattie, 100 g per 10 litri di acqua).

Circa 5 giorni dopo la fine della fioritura, così come in estate, l’albero viene spruzzato con preparati come Decis, Dursban o Karate Zeon.

È anche interessante leggere i suggerimenti per piantare le ciliegie

Universal Irganaysky Late

Varietà

I frutti di questa varietà sono di taglia media, tondeggiante. loro peso è circa 140g, altezza 65 mm e diametro 62 mm. L’imbuto è piccolo, stretto. Base con depressione media. La sutura ventrale si protende leggermente. Il peduncolo del peduncolo è corto, facilmente separato dal ramo, spesso.

La pesca stessa è di un giallo brillante, soleggiata, con belle macchie rosse. Dal momento che il frutto viene rimosso facilmente buccia, che ha uno spessore medio e una leggera fioritura. La polpa è brillante, aranciata, succosa, tenera a piacere con fibre appena percettibili.

Il succo è chiaro, molto dolce con un po ‘di acidità. Ossa piccola, ben separata dal feto. Il termine di maturazione completa dei frutti cade il 5-8 settembre, che riguarda la varietà in considerazione delle pesche tardive.

alberi Questa varietà ha una diffusione, globosa con una cima leggermente piatta con una corona decidua. In altezza e densità – media. Hanno tralci dritti e gomiti con un piccolo margine. I reni sono composti da tre parti, due delle quali sono generative, e il centro è necessariamente vegetativo.

Le foglie sono larghe, di forma ellittica, alla base e ai bordi appuntiti. I fiori non sono grandi con una tinta rossastra. La fioritura avviene a metà aprile. Petiolo fino a 10 mm di lunghezza, pigmentato. La fruttificazione si verifica, in misura maggiore, su germogli misti.

Le rese variano da 87 c / ha a 208 c / ha. Le pesche maturano allo stesso tempo, che è preferibile per i piccoli giardini, dal momento che è possibile rimuovere immediatamente l’intero raccolto.

I vantaggi di questa varietà sono buona trasportabilità dei frutti. Il periodo di conservazione è fino a 10 giorni dal momento del raccolto. Valutazione ad alta degustazione delle qualità gustative – 4,6 punti. Fruttifica questi alberi ogni anno. I reni generativi sono abbastanza resistenti alle gelate primaverili. Questa varietà è adatta per scopi commerciali. È abbastanza universale.

Una delle principali carenze è frutto tardivo, solo per il quinto anno dopo la semina. La resa è inferiore a quella di “Jaminat”. Non molto resistente al gelo, così come a tali malattie principali di alberi di pesco come klyasterosporiosis e riccio.

È importante prestare attenzione ai germogli degli alberi

Se prima del taglio vediamo un piccolo numero di germogli – questo rende impossibile identificare 3-4 rami scheletrici per la formazione della corona. In questo caso, è necessario portare una coppia di rami insieme.

Un albero con tre rami principali riunisce i primi due rami e una piantina con quattro – il secondo e il terzo. Se l’albero non ha rami forti, allora la corona è formata da germogli, che è cresciuto durante l’anno dopo la semina. In questo caso, è necessario attendere l’irrigidimento dei rami scheletrici e solo successivamente ritagliare eventuali germogli non necessari. Altrimenti, l’angolo di inclinazione dei rami può cambiare e diventare più acuto.

Dopo che la corona si è formata, e la pesca ha cominciato a dare i suoi frutti, il sanitario Le talee di rami si succedono ogni anno. Ciò salverà l’albero dal movimento della fruttificazione alla periferia della corona, scaricherà l’eccessiva densità dei rami, salverà le parti sane dell’albero dall’infezione da malattie.

Non puoi nutrire la pesca in autunno con fertilizzanti contenenti azoto. Contribuiscono al flusso della linfa e, di conseguenza, l’albero non può “addormentarsi” in tempo e corre il rischio di morire per forti gelate.

Tagliare i rami ogni anno

I tempi e la frequenza dell’irrigazione dipendono dalla zona climatica in cui è piantato il pesco. Per determinare il livello di umidità del suolo stesso, è necessario prendere un campione della terra.

La palla viene presa da una profondità di almeno 40 cm e compressa nel palmo della mano. Se la terra si sbriciola, significa che il terreno non è sufficientemente inumidito. Idealmente, il nodulo dovrebbe aderire bene e non sporcarsi le mani. Per rallentare il flusso di linfa e preparare l’albero per l’inverno, l’ultima annaffiatura viene effettuata durante lo scavo autunnale del cerchio circonferenziale e la concimazione del terreno.

In inverno, non solo le gelate, ma anche le scottature della corteccia sono terribili. Per evitarli è raccomandato imbiancare il tronco e i rami dell’albero con una soluzione di calce, che rifletterà i raggi. Questa stessa misura di protezione proteggerà l’albero e contro i parassiti che hanno accantonato le loro larve nella corteccia fino alla primavera.

Le caratteristiche di piantagione per tutte le varietà di pesca sono le stesse. La fossa deve essere profonda, scavato e fecondato 2-4 settimane prima della data prevista. È molto buono scegliere un posto per un albero vicino al muro della casa rivolto a sud. Quindi la pesca sarà protetta dai venti e riceverà calore aggiuntivo dalla parete riscaldata dal sole.

L’albero è piantato ad una distanza di 20 cm dal rifugio con una leggera inclinazione verso il muro. Il momento della semina è meglio scegliere all’inizio della primavera o all’inizio dell’autunno. Per le regioni meridionali è meglio programmare per l’autunno. In questo caso, l’alberello del vivaio cadrà immediatamente nella fossa di atterraggio. Durante l’inverno, metterà radici e in primavera dirigerà tutte le sue forze in crescita.